Nettuno Academy, con tutti i giovani nella nuova sfida della SerieA!

Pubblicato il Feb 19 2021 - 5:57pm by Massimo Moretti

Nello scorsa stagione, abbiamo seguito assiduamente, giornata dopo giornata il campionato del NettunoAcademy, in serie B guidati da Cristian Mandolini e Pietro De Angelis, il campionato è stato chiuso brillantemente dalla società di Roberto De Franceschi e Leonardo Mazzanti, con una meritata promozione, un primo posto nel proprio girone che ha permesso alla società nettunese di accedere alla serie superiore, una nuova SerieA,  suddivisa in Premiere Round e  Qualification Round che avrà due velocità, e vedrà alcune società anche di SerieA2 di affrontare le compagini più forti del panorama italiano.

Il roster in questi giorni, ha intensificato la preparazione, sia nella struttura indoor del NettunoAcademy, che sul campo Enzo Castri, sarà guidata anche questa stagione da  Cristian Mandolini dopo il bel campionato scorso, che con tutta la squadra e società è pronta ad affrontare la nuova avventura, ricca di impegni e nuove sfide.

Anche questa stagione purtroppo è caratterizzata dall’emergenza COVID, come hai trovato la tua squadra alla ripresa degli allenamenti?

“Si nonostante l’emergenza Covid, con il mio staff abbiamo iniziato molto presto gli allenamenti intorno il 15 novembre, considerano che le palestre sono chiuse, quindi ci siamo allenati nel nostro impianto all’aperto in totale sicurezza prevista dai protocolli e sfruttando il nostro clima mite rispetto ad altre zone di Italia, ci ha permesso di iniziare a l più presto. Nonostante tutto siamo riusciti a lavorare molto bene sul potenziamento fisico e sia sulla tecnica sia in battuta che in difesa”

 

Nuova avventura in SerieA, sfida sicuramente più dura rispetto alla scorsa stagione, come sarà affrontare compagini sicuramente più forti rispetto la scorsa stagione?

“Rispetto allo scorso anno il livello sarà molto più alto anche in virtù della nuova formula del campionato tanti miei giocatori affronteranno lanciatori stranieri per la prima volta in carriera e la stessa cosa per i lanciatori che si troveranno di fronte battitori di una certa qualità che in serie B è difficile incontrare. Troveremo piazze storiche della categoria e giocheremo in stadi importanti, tutte cose che per tanti di loro potrebbe creare un pò di tensione emotiva ma sono sicuro che con il tanto lavoro che stiamo facendo sia mentale che fisico non sentiremo la differenza di categoria più tanto.”

 

Come sarà composto il roster del NettunoAcademy in questa stagione?

“Innanzitutto abbiamo rinforzato lo staff tecnico al mio fianco è stato confermato Pietro De Angelis poi ci sarà Daniele Frezza che è anche tecnico della squara  U18  ed è stato promosso al ruolo di picthing coach Flavio Verlingieri che ci darà sempre una mano anche da giocatore.

La squadra in linea di massima è la stessa dello scorso anno con qualche innesto mirato di alcuni giocatori di esperienza per far crescere i giovani. Nei prossimi giorni la società  comunicherà questi innesti.”

 

Tanto si è discusso della nuova formula della SerieA, che giudizio ne dai ?

“Si ho sentito e letto tante discussioni sulla nuova formula, ma non voglio entrare in giudizi che potrebbero essere fraintesi. Sinceramente da giocatore gran parte della mia carriera l’ho passata in serie A2 che per tanti anni è stato un campionato molto più stabile rispetto all A1/IBL dove ogni anno cambiavano formule e dinamiche ma se la Federazione ha scelto questo formato, accetto volentieri e vado avanti l’unica mia perplessità riguarda le pause e la possibilità di finire la stagione il 4 luglio, però sembra che stiano lavorando per risolvere queste criticità ed avere la possibilità di giocare il più possibile che è quello che mi interessa personalmente.”

Quale sarà l’obiettivo stagionale del NettunoAcademy?

“Io sinceramente non mi aspettavo di essere manager di una squadra di serie A a 39 anni nel mio secondo anno da tecnico ed essendo uno staff giovane dobbiamo crescere anche noi insieme hai nostri ragazzi. Poi dovranno crescere soprattutto loro perché non dimentichiamo che siamo la squadra serbatoio del Nettuno Baseball, da dove usciranno i giocatori del futuro e questo deve essere il vero stimolo per loro dimostrare sul campo che potranno indossare quella maglia che rappresentare  tutta la nostra città.”

Foto Carlo Marcoaldi

WordPress Author Box
Massimo Moretti

Nato nel 1973....aspettando 17 anni lo scudetto. Semplice appassionato di baseball come tutti quelli che vivono nella città del Tridente. Ottima prima base nei tempi (mio giudizio) protagonista assoluto in una partita con la maglia dei Ragazzi del Nettuno B.C. contro gli americani della base Nato di Napoli (ho le prove ed i testimoni). Vanto una presenza al piatto con la maglia del Baseball Club Rovigo in serie C nono inning uomo in base sotto 3 a 1 in quel di Poviglio strike out senza gloria. Ho provato la scalata nelle Minors come da foto profilo ma senza successo. Più che un esperto sono un fanatico.