Lega del Sole, Islanders Catania leader della prima fase “Divisione Baseball”

Pubblicato il Ago 10 2014 - 9:34am by Redazione Baseballmania

Si è ufficialmente conclusa la prima fase della stagione della Lega del Sole – Divisione Baseball.

Ricordiamo che il campioanto si gioca con la logica del concentramento e del “doubleheader”.

I risultati della 3^ giornata di andata:

1

PALERMO BASEBALL

Vs.

CUS UNIME MESSINA

5

|

9

2

FITNESS PER TUTTI GYM

Vs.

CATANIA ISLANDERS

5

|

13

3

CATANIA ISLANDERS

Vs.

PALERMO BASEBALL

14

|

2

4

CUS UNIME MESSINA

Vs.

FITNESS PER TUTTI GYM

10

|

0

 

La classifica dopo 3 giornate:

 

Classifica

TEAM

PG

PV

PP

AVE. %

PF

PS

DIFF.

1

CATANIA ISLANDERS

6

5

1

833

55

20

35

2

CUS UNIME MESSINA

6

3

3

500

37

30

7

3

PALERMO BASEBALL

6

2

4

333

31

51

-20

4

FITNESS PER TUTTI GYM

6

2

4

333

33

55

-22

 

IL COMMENTO

 

Una giornata davvero interessante sotto il profilo tecnico, con alcuni scontri importanti per verificare il reale potenziale delle squadre, che stanno cominciando a trovare i loro assetti. Le aspettative della vigilia dunque non sono state disattese.

 

La prima partita della giornata presentava un menù davvero appetitoso, infatti, si sono affrontate le formazioni del Cus UniMe Messina e del Palermo Baseball. Sul monte di lancio rispettivamente i due espertissimi lanciatori Arcangelo Cibati e Emanuele Garofalo.  Il Cus UniMe è subito parito forte e ha messo pressione al Pitcher Garofalo che ha subito un paio di valide e ha concesso qualche base su ball di troppo. Il primo inning si è chiuso sul 2 a 0 per il Team dello Stretto. Sul monte Cibati ha tenuto a bada le mazze degli avversari aiutato anche da una difesa solida e ben orchestrata dal Catcher Santi Todaro, e, grazie a un attacco che finalmente è riuscito a trovare continuità, è stato incrementato il vantaggio. La reazione del Palermo però non si è fatta attendere. I ragazzi del Manager Riccardo Ania hanno la carica e sono riesciti ad accorciare le distanze. Le mazze dei ragazzi di Palermo sono state arginate da un ottimo Cibati, che ha chiuso con un “complete game” e con un devastante 3 su 4 in attacco. Risultato finale 9 a 5 per il Cus UniMe Messina.

 

La seconda partita ha visto di fronte la capolista Catania Islanders e òa Fitness per Tutti Gym. Sul monte di lancio rispettivamente Davide Procopio e il veterano Carlos Novara. Il Catania è stato costretto a fare a meno dell’americano Tim DeVito, bloccato da un fastidioso virus influenzale. Il Catania Islanders però non ha fatto sconti a nessuno e ha messo subito il piede sull’acceleratore. Al primo inning il parziale era già 5 a 0 per gli etnei. La partita ha messo in evidenza un’ottima prestazione in attacco del Catania Islanders, che ha chiuso l’incontro con ben 12 valide. Al terzo inning il Team di Piero Schepis & C. sul passivo di 9 a 2 ha tentato una rimonta approfittando di un calo del Pitcher partente, e i sono riusciti a segnare altri 2 punti, ma il sudato terzo out della difesa degli Islanders ha spento le velleità del Team di Pace del Mela. Risultato finale 13 a 5 per il Catania Islanders. Sugli scudi il pitcher Davide Procopio che ha chiuso anch’egli con un “complete game” e con un importante 2 su 4 in attacco (2 tripli) e Alex Wolff che ha fatto registrare un 3 su 4 (ha chiuso la giornata con uno sfavillante 6 su 7 con 2 tripli all’attivo).

 

Il terzo incontro tra Cus UniMe Messina e Fitness per Tutti Gym è stata una partita senza storia.  Giovanni Grasso, Piero Mento, Gaetano Caruso e i giovanissimi Fabiano Di Natale, Sergio Azzolina, Gabriele Rovito  & C., galvanizzati dal successo del primo incontro, non hanno dato scampo, 10 a 0 il risultato finale, a un avversario che ormai evidentemente aveva esaurito tutte le proprie energie. È questo forse il limite, anche se comprensibile, del Team Fitness per Tutti Gym, perché è riuscito a essere competitivo e capace di cose sorprendenti su un incontro per poi disunirsi nel successivo. Da sottolineare che il Team è stato ricostruito da poco tempo e dunque è questa la fase per consolidare, ma i dirigenti e il manager stanno già lavorando verso tale direzione.

 

Il quarto e ultimo incontro della giornata ha visto di fronte il Catania Islanders e il Palermo Baseball. Sul monte di lancio Diego Costa per il Palermo e il diciassettenne Achintha Shehan, al suo debutto assoluto come lanciatore, per il Catania Islanders. Il giovane Shehan non ha accusato alcuna emozione e nei primi 3 inning ha concesso poco o nulla agli avversari, consentendo alla propria squadra, supportata da un attacco in grande spolvero (saranno alla fine 10 le valide con 2 tripli), di portarsi sul 6 a 0. Solo al quarto inning, approfittando di un lieve calo del lanciatore partente, il Palermo è riuscito a mettere pressione agli avversari e ha segnato 2 punti, portando il parziale sul 6 a 2. È poi arrivato il momento di far scendere dal monte il giovane Achintha Shehan, che, dopo la sua brillante prestazione (chiuderà con 1 BV / 3 K / 3 BB), è stato rilevato dal sempreverde Carmelo Maglio (schierato ad inizio gara in terza base e autore nel primo inning di una “diving catch” da spettacolo su una terrificante linea di Emanuele Garofalo). L’inning si è chiuso senza subire ulteriori punti. Il quarto attacco del Catania è un big inning da 8 punti che, di fatto, ha messo la parola fine alla partita. Il match si è chiuso con il risultato di 14 a 2 per gli Etnei. Molto bene sia in difesa, che in attacco in entrambi i match i fratelli Cristian Delle Castelle e Luca Delle Castelle, quest’ultimo schierato interbase e autore al quinto inning di una presa dietro la terza base e conseguente out in prima.

Il Palermo è uscito ancora una volta sconfitto, ma Accomando & C. hanno tutte le carte in regola per giocare un ruolo da assoluti protagonisti in questo campionato. Giorgio Valdesi, Daniele Enea, Salvo Garofalo, Giuseppe Balistreri (giovane Catcher di 16 anni), sono pronti ad affilare le armi per ritornare in diamante a settembre agguerriti e determinati e vendere cara la pelle.