I Redskins ripartono dalla Serie C, le novità da Imola

Pubblicato il Feb 7 2019 - 8:10pm by Nino Villa

Cristian Gnudi

Il riconoscimento tributato dal comune, sabato 2 febbraio, ai Redskins Imola per il risultato ottenuto nella stagione 2018 – la conquista sul campo della serie A1 – è stata l’occasione per fare il punto sulla situazione della squadra. La Federbaseball è messa come il porco a novembre, il campionato che doveva essere a dodici squadre sarà ancora a otto (o meno !) con differenze tecniche abissali per chi può spendere e chi deve fare nozze con i fichi secchi.

I parametri per poter disputare la serie A1 – illuminazione da aeroporto, sala stampa, spogliatoi nuovi – a Imola non ci sono ne’ ci saranno, per cui la squadra imolese ha deciso tre passi indietro ricominciando dalla serie C, per far crescere le giovanili che hanno ottenuto lusinghieri risultati l’anno scorso. Inoltre i giocatori imolesi presenti in serie A2 non se la sono sentita di aumentare impegno e carichi di lavoro per cui l’ancora presidente Mauro Poli, con l’amaro in bocca per alcuni atteggiamenti, ha preferito non schierare una squadra di soli “mercenari”.

Il dirigente della seie C sarà Roberto Martucci, aiutato dagli “storici” Orazio Capelli e Ornella Billi. Nel roster Luca Freddi, Federico Cortini, Lorenzo Vignali, Davide Poli e Luca Turrini già in A2 più il cavallo di ritorno Simone Grendene, l’ex U15 Reynaldo Arriagada Hernandez e quelli della serie C passata, Enrico Capelli, Gianenrico Berno, Raffaele Bizzarro, Luca Boscolo, Matteo Dal Pozzo, Luis Gonzaga May, Karim Shurbaj, Manuel Visani e forse Manuel Minardi. Manager sarà il cubano Pedro Azcuy da anni con Imola, coadiuvato da Freddi, Capelli, Cortini e William Guccini. Gli allenamenti sono già ripresi nel nuovo impianto coperto messo a disposizione dal Centro Sociale “la Tozzona” mentre sul campo, nei campionati, Imola si alternerà con la Nuova Pianorese del presidente Mastrilli, ex catcher sul Santerno, che ha conquistato la A2.

A Pianoro il campo ha un lato corto e se la pallina esce da quella parte sono solo due basi, non un fuoricampo. Impensabile giocarci in quella serie. Nella squadra bolognese è approdato Kevin Sosa, mentre Marino Salas sarà nell’altra neopromossa Yankees S.Giovanni Persiceto. I coach Trombini, Gnudi e Natilli si sono sistemati nel Longbridge Bologna, anch’essa rookie in A2, mentre il pitching coach Luca Poli sarà a Godo. Tra i giocatori, Coroli e D’Amico agli Yankees e Tanesini al Firenze. A marzo le prime amichevoli, il 24 e il 30 per la serie C, il 31 la Nuova Pianorese affronterà probabilmente il Godo di A1.

WordPress Author Box
Nino Villa

Nato a Imola (Bo). Pubblicista dal 1984 a Bologna, si è sempre occupato di sport "minori" come baseball, softball, football americano, cricket, hockey prato, ippica e altri, più il ciclismo. ha collaborato stabilmente alle pagine regionali dell'Emilia-Romagna ed a quelle nazionali dell'Unità; ha lavorato in trasmissioni sportive nella redazione di Punto Radio TV ed NTV a Bologna. Ha collaborato con numerose riviste specializzate di vari sport. Ha diretto alcuni giornali locali, il foglio informativo della Fortitudo Baseball ed ha svolto il ruolo di Addetto Stampa della Uisp di Bologna. Rientrato a Imola nel 1987, collabora alle pagine sportive del settimanale imolese (12.000 copie tra abbonamenti e vendite) "sabato sera".