Crocetta, Under12 alla Final Four scudetto!

Pubblicato il Set 18 2017 - 9:47am by Redazione Baseballmania

E’ stato un sabato da incorniciare per le giovanili. Quattro partite, altrettante vittorie, di cui tre nette e altrettante shutout. D’obbligo dare la precedenza all’Under 12 che ha staccato il pass per la Final Four di Modena (domenica 1 ottobre) concedendo le briciole, anzi meno, agli avversari. Passaggio ai quarti di finale per l’Under 18.

L’Under 12 ha iniziato di shutout con i padroni di casa del Rovigo. Una shutout firmata dal duo Folli-Zoni, quest’ultimo ha affrontato due battitori, che in 5 riprese hanno concesso 1 valida e 3 bb. I leoncini hanno segnato in ogni attacco. Un punto in ciascuno dei primi 4 inning e 3 nel 5° e ultimo. Tripli per Gerali e Fabbi. Con la vittoria 5-0 del Cervignano su Rovigo, la terza e ultima gara diventava decisiva per l’accesso alla Final Four. Anche qui, i leoncini hanno mostrato le zanne e con un’altra shutout hanno superato Cervignano guadagnando il traguardo finale, con l’augurio di rivedere in campo coach Merlo, alle prese con qualche problema fisico. 3-0 il punteggio coi punti di Rizzi al 3°, su rimbalzante di Broia, dello stesso Broia, doppio, al 4°, sulla valida di Cavazzoni, e di Zoni, triplo, al 5° su singolo di Bertoletti. 5 rl per Bertoletti (0 bv, 2 bb, 9 so), salvezza per Gerali.

L’Under 18 ha copiato i più piccoli vincendo anch’essa la prima partita disputata, anch’essa coi padroni di casa, lo Junior Rimini, anch’essa per 7-0. Una sola valida concessa da Trevisan in 5 rl, una anche per Bordini nelle rimanenti due. Sette quelle realizzate con Ampollini a fare la parte del leone con 3 su 4 (1 doppio); 2 su 3 per Bisaschi con 2 pbc. Poco più di una formalità la gara conclusiva con Montegranaro, battuta 12-2 (al 5°). Non è servito battere molto, 6 valide, in quanto il grosso lo ha fatto la difesa avversaria commettendo ben 8 errori. 3 inning perfetti per Pagani (6 so, nessuna bv né bb), ultimi 2 per Bassi. Nel box è emerso Dallatana (2/3 con 4 pbc). Due gli homerun messi a segno: uno dallo stesso Dallatana (da 3 punti al 3°), uno da Bisaschi (da 2 punti al 1°). E ora, caccia a un’altra Final Four.