Codogno, che festa per la presentazione della stagione!

Pubblicato il mar 30 2015 - 1:59pm by Angelo Introppi

La squadra della B federale

Un sabato con temperatura da primavera inoltrata con la medievale Loggia Comunale straboccante di persone. Per la presentazione della stagione del Codogno Baseball ci sono veramente tutti, segno inequivocabile che in 48 lunghi anni di attività, nella cittadina della Bassa il baseball è una vera e propria istituzione. A fare gli onori di casa il Sindaco Vincenzo Ceretti e l’assessore Zafferri, con la regione Lombardia rappresentata dal consigliere Pietro Foroni. Il botto lo fa la Fondazione della Banca Popolare di Lodi: Roberto Rho annuncia a sorpresa il sostegno per l’adeguamento alle nuove tecnologie del tabellone segnapunti del diamante di Viale della Resistenza, autentica “casa del baseball codognese” che ha visto ospitare, come sottolinea il segretario del sodalizio Giangiacomo Sello, incontri internazionali con dirette televisive Rai come Italia-Cina e la recente Italia-Cuba, con punte di 1.600 spettatori.

Giangiacomo Sello e Giancarlo Cecolini

Sul palco, tra le esibizioni della scuola di danza e spettacolo codognese Ars, si susseguono gli sponsor, tra i quali ci sono coloro che in passato hanno anche vestito la casacca biancoblu come l’ammiccante Gigi Faliva, ora titolare della BBC Consultants e della Fato Electronics Limited, un gruppo che opera tra Italia e Cina e Giancarlo Ceccolini, bandiera del baseball codognese, oggi affermato imprenditore con la sua azienda, la 2000 Srl che vanta contatti in tutta Europa. Un duro tipo “west coast” sulle cui gesta sportive c’è il secondo colpo di teatro della serata: nell’esordio casalingo del 19 aprile verrà ritirata la maglia numero 13 da lui indossata in trenta lunghi anni di battaglie sui diamanti italiani. Basilare per il sostegno all’attività sportiva del sodalizio presieduto da dieci anni da Marco Bacciocchi è anche Vittoria Bartyan, assente per impegni di lavoro all’estero, ma rappresentato dalla signora Mara Fontanella che ha ritirato il riconoscimento della società per la Telme macchine per gelati, conosciuta nel settore in tutto il mondo. Prima di dare campo libero alle squadre, il momento più toccante e commovente della serata: sul maxischermo c’è Marina Ventura, appassionata dirigente che è venuta a mancare nello scorso inverno.

I Cadetti del Codogno

Tutti in piedi per un applauso che non finisce più, e Sello che con il groppo in gola si fa portavoce della società per dedicare a Marina l’intera stagione 2015. E’ il momento degli atleti. Fieri, impettiti, seriosi e timidi; i piccoli del minibaseball si passano il microfono per scandire il loro nome, con le loro gigantografie che scorrono. Sono i protagonisti del baseball del domani, ma ora, come dice il loro coach Graziano Monticelli, devono soltanto pensare a divertirsi. Chi invece vuol puntare in alto è la squadra Ragazzi dell’head coach Antonio Righi, lo scorso anno quinta assoluta a livello nazionale. Il gruppo è ancora quello, con un anno in più sulle spalle; lecito quindi sperare in qualcosa di grande. E’ la volta dei Cadetti allenati dal mitico ex nazionale Luciano “Paco” Dallospedale, ed anche qui applausi a scena aperta, prima del vernissage della squadra che sarà protagonista in Serie B, purtroppo un po’ falcidiata dalle assenze per un virus intestinale che ha contagiato ben sei giocatori.

L'Head Coach Pieraugusto Palazzina

L’head coach Pieraugusto Palazzina è di poche parole, perché è uno che preferisce i fatti. Non a caso dà appuntamento a tutti sul diamante di Viale della Resistenza per respirare il profumo dell’erba appena tagliata e sentire il classico ed inconfondibile schioccare delle mazze che colpiscono la pallina e lo “swamp” delle sacche dei guantoni che la raccolgono. Questo è il baseball, questo è il Codogno. Pace amore a baseball per tutti quanti. 

Codogno Ragazzi

Codogno Mini Baseball

Foto di Carlo Braghieri

WordPress Author Box
Angelo Introppi

Giornalista pubblicista, collabora con il quotidiano Il Cittadino di Lodi seguendo da vicino le vicende delle squadre di baseball della provincia di Lodi. In ambito Fibs è classificatore ruolo speciale transitorio.

2 Commenti Unisciti anche tu alla conversazione!

  1. Piero 31 marzo 2015 at 05:02 -

    Complimenti..si ricorda di me?Anni fa scrivevo su Gazzaspace..ora non piu’ giornalista ma Tecnico Meccanico-Informatico…anche con collegamento con Scuderia Ferrari,Ducati,Yamaha racing,KTM racing ma essendo di Codogno e cugino della moglie di Giangia Sello non posso non amare anche il baseball…Buona Pasqua

  2. LaClasseNonEAcqua 31 marzo 2015 at 12:23 -

    Bene, bravi! Chissà allora cosa riserveranno per le maglie storiche del Codogno, come quelle di Tansini, Armigliati, Cipelletti etc…