SerieC, il Boviso vince a Lodi 12-10

Pubblicato il Apr 9 2018 - 9:21am by Fabrizio Gatti

Comincia male, cari amici, il Campionato di Serie C 2018, che presenta subito alla prima giornata uno scontro diretto tra le pretendenti al passaggio di categoria. Ospiti alla Faustina l’8 aprile i Buffaloes di Bovisio Masciago, squadra gemellata con i lodigiani, per amicizie incrociate e presenze di ex. Ma i bovisini, giustamente, sono venuti a Lodi per fare la loro gara, ed esauriti i saluti e gli abbracci fraterni dal pre-partita pestano subito duro, e per i primi cinque inning restano in vantaggio (4-3). Sul monte di lancio partono Nodari per gli Old Rags (rl6.0, 6V, 4K, 4BB e un lancio pazzo) e il quindicenne Garbari per gli ospiti (rl4, 6V, 6BB), un vero e proprio duello generazionale a distanza. La partita rimane comunque equilibrata fino al 5°, sempre in mano agli ospiti, anche se il rilievo bovisino Arienti che ce la mette proprio tutta per favorire i padroni di casa (4BB, 1V e 4pgl) prima di venire subito sostituito dal più efficace Scalisi  (rl1.2 ,3K) sostituito a sua volta da Vaghi quando comincia a regalare pericolose basi su ball che fanno segnare 4 punti agli Old Rags e consentono ai lodigiani di portarsi in vantaggio 7-4 alla fine del 6°. Ma il Bovisio non è per niente cotto e reagisce con un 7° big inning di 5 punti, travolgendo il rilevo lodigiano Barchiesi (rl2.2, 5V, 2K e 2BB). Alla fine del settimo inning dunque la situazione si è ribaltata, con gli ospiti che conducono adesso per 9-7. Restano ancora due attacchi per poter vincere e gli Olds fanno pure tre punti sul closer Foglio (2rl, 2V, 2K 2BB) ma altrettanti li ottengono gli avversari, così la partita finisce (dopo quattro ore e mezza e quasi al buio) 12-10 per il Bovisio e con i primi problemi da risolvere per il manager gialloverde Blanchetti.

 

LINE UP LODIGIANO COMMENTATO

 

CAIMMI (SS) : Niente da dire in difesa: due assistenze in prima e due prese al volo di routine, ma la prima giornata di campionato non lo vede protagonista nel box di battuta: in sei turni  riceve 3 basi ball, ma le altre volte non arriva in prima e il suo scorer è dunque un mesto 0/3.

ANELLI (C) : Ricopre il ruolo con autorevolezza, dialogando con i lanciatori, ma il meglio lo offre in attacco dove batte 3/6 con 2rbi. Ruba inoltre un paio di basi con astuzia e ha la sfortuna di vedersi prendere al volo una battuta che va a sfiorare la rete di fondocampo.

COLON (1B) : In difesa non sembra concentrato, un paio di “sguantate” causano due errori, rifacendosi con un pop-out al volo non facile. In attacco dà il meglio con 3 Valide (un doppio) e 2rbi, con uno scorer 3/4 decisamente sopra la media.

MEAZZA (DH) : Tornava a giocare dopo qualche stagione di assenza e qualche anno in più, ma la classe non è acqua: ottiene un soddisfacente 1/3 con un “texas” delizioso e tre basi ball, l’ultima facendosi colpire da Foglio, suo ex compagno degli Old Rags. Conclude addirittura sul monte giocandosi gli ultimi due avversari (1BB) quando la partita è già compromessa.

SPEZIALI (3B) : Il ragazzo codognese gioca per ben figurare, e se in battuta arriva in prima base solo su basi ball (0/4) in difesa si agita efficacemente dando il meglio (2 assistenze in prima, 2 prese la volo e una eliminazione per toccata) e il peggio di sé (interferenza su un corridore e un errore “di paura”, ma si sa che da quelle parti le palline viaggiano come in autostrada).

FERRI (EC) : In attacco se la cava bene con due valide in cinque turni, in difesa effettua due belle prese al volo prima di sbagliare la terza (ahimè facile) per eccesso di sicurezza.

CONTARDI (ES): Due prese al volo nell’estrema landa sinistra, e la seconda di tutto rispetto. In attacco ci mette la sua bella validina firmando la sua prima partita da capitano.

CURTI (ED) : E’ un ragazzo che ha nella “modestia” la sua prerogativa migliore. Educato e rispettoso gioca quasi in sordina senza commettere errori e riceve ben 3 basi ball che gli permettono di correre a casa un punto. Sostituito al 9° da Faraglia (al piatto).

TERZINI (2B) : Cresce la sua sicurezza in difesa, una presa al volo e due doppi giochi “tentati”. In attacco esegue gli ordini del coach ed effettua due bunt di sacrificio. Poi gli regalano tre basi ball che gli consentono di correre a casa tre volte.

 

LA PARTITA IN CIFRE

Valide : Old Rags 10 (1 doppio) – Bovisio 12 (3 doppi)

Errori :  Old Rags 4 – Bovisio 1

 

BOVISIO       1-0-0-1-2-0-5-0-3   totale 12

OLD RAGS    0-0-0-1-2-4-0-1-2   totale 10

WordPress Author Box
Fabrizio Gatti

Eterno ragazzo, per tutti gli anni settanta ha giocato a baseball come pitcher nella squadra di Cremona - sua città natale - ricoprendo anche incarichi tecnici e direttivi. Con gli Old Rags di Lodi dal 2014, ne è dirigente accompagnatore, perfettamente integrato con lo spirito della società, per la quale ha scritto l’inno “Old Rags song”, in video su Youtube. Esperto di Comunicazione, lavora per una importante casa editrice. E’ soprannominato “Gatto” (e ci tiene).