SerieC, a Cernusco sul Naviglio avanti, ma per inerzia OLD RAGS – BULLDOGS 13-7

Pubblicato il Apr 30 2018 - 3:26pm by Fabrizio Gatti

Eppure c’era chi fantasticava uno di quei punteggi da tramandare, oggi 29 aprile 2018 nella trasferta di Cernusco sul Naviglio, vuoi per le aspettative finora ancora inespresse dalla squadra, vuoi perché l’avversaria non presentava (sulla carta) particolari difficoltà. I rossoblù milanesi mostravano uno sportivo timore reverenziale nei confronti degli Old Rags che però non hanno mai dato l’impressione di voler fare un sol boccone degli avversari. L’assenza di entrambi i dominicani e il fermo necessitante di Anelli (mal di schiena) hanno tolto un po’ di grinta ai gialloverdi che si sono limitati a giochicchiare baseball, con poche belle cose, parecchi errori e una indolenza complessiva che ha finito per non soddisfare nessuno.  Sopra un terreno che definire “gibboso” sarebbe un complimento gli Olds hanno dato e hanno preso, vincendo senza convincere. Per i locali parte sul monte il diciottenne Alessandro Rurale che lancia per tutti gli inning a lui consentiti (5rl, 4V, 3K, 5BB e 2 colpiti), contrapposto all’imperturbabile lodigiano Nodari (6rl, 7V, 7K, 4BB) e in questa prima parte della gara si vedono battute, punti, errori da entrambe le parti che fotografano un punteggio parziale di 10-5 per gli ospiti alla fine del 5°.  Alla fine dell’inning Giampi Carini richiama pesantemente i suoi, invitandoli a maggior grinta e.. mascolinità, ma il suo sfogo non avrà nessun effetto sul rendimento a regime ridotto dei gialloverdi. Al cambio dei pitcher la situazione potrebbe improvvisamente accelerare per gli Old Rags, perché il rilievo Di Sanzo riesce a chiudere il suo disastroso 6° inning (5BB, 1doppio, 1K) con soli due punti subiti, mostrando che la spinta degli Old Rags è altalenante, priva del giusto mordente per chiudere lì la partita. Per Di Sanzo, che ha anche un valido all’attivo come battitore, il ruolino recita 4rl, 3V, 5K, 5BB. Pur sollecitati dallo staff tecnico gli Old Rags non mostrano nessun mordente, limitandosi a contenere la timida reazione dei Bulldogs e finendo bellamente la partita grazie al closer Speziali (che aveva giocato fino a quel momento in terza base) che chiude con 3rl, 4K, 1BB, tamponando con i suoi efficaci lanci le estreme disattenzioni dei gialloverdi, che chiuderanno la partita con ben 6 errori, alcuni proprio nella parte finale. Va segnalata qui la bella gara dei due Bulldogs Rigoldi (3V con un doppio) e Rurale (2V per lui).

 

LINE UP LODIGIANO COMMENTATO

BRAGHIERI (DH) : ad un lead off si richiede di arrivare in prima base, senza se e senza ma. Giampi ci riesce 4 volte su 5 turni, anche senza validi, perché i cernuschesi gli regalano due basi su ball e infarciscono di altri due errori le sue battute, così di punti a casa finisce per correrne quattro.

TERZINI (2B) :  Si presenta in battuta al primo turno con un bel valido, ma le successive giocate saranno con le polveri bagnate (1/4 con due punti corsi a casa). In difesa sbriga bene il lavoro routinario ma ci scappa l’errorino.

CAIMMI (SS) : in difesa è come al solito impeccabile, le sue tre assistenze in prima sono brucianti. In attacco si sfoga con un gran doppio al 6°, che porta 2 rbi, anche se lo scorer d’attacco è 1/4.

MEAZZA (ED) : oggi il migliore degli Old Rags, nei primi due turni nel box frastorna il pitcher Rurale con un doppio da 2 rbi e un singolo “Texas” che più delizioso non si può. Alla fine 2/3. In difesa compie la giocata più spettacolare della partita al primo inning, quando cattura un difficile pop up e spedisce poi la pallina a casa per fulminare da cinquanta metri Mazzarese che aveva tentato un pesta e corri dalla terza. Bravo il catcher Dossena nella coraggiosa eliminazione.

DOSSENA (C) : appunto lui. Grande prestazione dietro il piatto, non fa rimpiangere l’assente Segura. In battuta arriva in prima 5 volte su 6 turni, grazie elle concessioni del lanciatore rossoblu, finché al 9° sfodera la sua valida personale, che dà peso alla sua prestazione complessiva.

SPEZIALI (3B e dal 7° pitcher) : prestazione difensiva dal sacchetto di terza con molte ombre e un paio di errori, in battuta ci fa scrivere un drammatico 0/5 con due K. Quando al 7° sale sul monte, al 108° lancio di Nodari, illumina la parte rimanente della gara, mostrando la già decantata sicurezza come closer, e nei tre inning conclusivi ci entusiasma con ben quattro strike out e nessuna valida concessa.   Sostituito da BARCHIESI al 7°

CONTARDI (ES) : laggiù nella landa desolata (e gibbosa) di sua competenza oggi non arriva nessuna pallina. In attacco gli esterni ospiti gli prendono al volo due belle mazzate che avrebbero meritato maggior fortuna. Si rifà al 9° con un grande doppio che porta un rbi.

FERRI (EC) : Due prese al volo difensive. In attacco 0/3 con due K, ma corre a casa tre volte.

CURTI (1B) : Non ha tutte le colpe su due rilanci incongrui che riceve dalla terza base e che finiscono per scappargli, trasformandosi in errori. In attacco fa 1/5 ma al terzo inning piazza un valido con 2 rbi.  Inizia un pò impaurito, finisce rinfrancato. Bravo Nicolò!

 

OLD RAGS____2-2-3-1-2-2-0-0-1   totale 13

CERNUSCO___0-0-4-0-1-0-0-0-2    totale 7

 

VALIDE:  Old Rags 7 con 3 doppi, Cernusco 7 con un doppio

ERRORI : Old Rags 6 – Cernusco 7

 

Ci congediamo dai simpatici Bulldogs con i sinceri complimenti per averci impegnato, aspettando per domenica prossima a Lodi il Sannazzaro. Nel frattempo pensiamo a cosa vogliamo essere e soprattutto dove vogliamo arrivare. Meditiamo, gente, meditiamo!

WordPress Author Box
Fabrizio Gatti

Eterno ragazzo, per tutti gli anni settanta ha giocato a baseball come pitcher nella squadra di Cremona - sua città natale - ricoprendo anche incarichi tecnici e direttivi. Con gli Old Rags di Lodi dal 2014, ne è dirigente accompagnatore, perfettamente integrato con lo spirito della società, per la quale ha scritto l’inno “Old Rags song”, in video su Youtube. Esperto di Comunicazione, lavora per una importante casa editrice. E’ soprannominato “Gatto” (e ci tiene).