Old Rags Lodi, netta vittoria sul Malnate

Pubblicato il Apr 29 2019 - 11:53am by Fabrizio Gatti

David Garrido

Era una bella giornata di primavera, il 28 di aprile del 2019 in quel di Lodi, uno di quei pomeriggi ideali per giocare a baseball, con la temperatura giusta, lo spirito giusto e i ranghi del roster al gran completo. A farne le spese sono stati gli ospiti del Malnate, squadra simpatica e ben inquadrata che ha cercato di contenere le mazze dei gialloverdi in tambureggiante giornata.

La squadra schierata in line up da Blanchetti vedeva: Terzini (2B), Anelli (C), Colon (3B), Garrido (SS), Meazza (DH), Gremi (ES), Contardi (EC) – Ramberti al 7°, Foglio (1B) – Dossena al 7°, Curti (ED). Sul mound, partente, l’esperto “Big Mirko” Nodari in forma crescente. A guardarla nei numeri, la gara odierna potrebbe sembrare una di quelle partite senza storia, con la squadra vincente a dettar legge e gli altri a rincorrere; in realtà i Wikings rossoblù hanno fatto il loro gioco onestamente e se il risultato finale è stato una manifesta occorre comunque notare che, dopo un primo inning di 5 punti, le altre segnature sono avvenute un punticino alla volta, con gli Old Rags che giocavano senza affondare e il Malnate a difendersi con caparbietà. E’ stata comunque una bella partita, gli unici due errori se li sono caricati sul groppone gli ospiti, mentre i lodigiani hanno effettuato un bel percorso netto mostrando un diamante impermeabile alle palline. Tra i varesini si sono distinti in difesa l’esterno sinistro Quercia autore di belle prese al volo, l’esterno centro Rotelli protagonista della migliore azione difensiva degli ospiti al 6°: dopo una presa al volo che eliminava Anelli spediva con un gran braccio la pallina in prima base (da cui si era un po’ troppo presto involato verso la seconda Terzini). Buone note anche per i gemelli Grappoli – Nicolò sul monte e Tommaso catcher – che ai meno nostalgici (ho scritto meno, eh!?) ha fatto tornare alla mente la batteria dei gemelli Maglio, idoli locali d’antan. Ha chiuso la gara dal monte dei Wiking il sedicenne Toniolo.  Andrebbero ora citate le cifre dei gialloverdi, quasi tutti autori di una valida personale, anche in doppio come Colon, Anelli e Foglio, e le quattro bastonate di Garrido che hanno fruttato tre punti battuti a casa.  In difesa tutti impeccabili (come già si diceva nessun errore a carico) con il dominicano Colon in bella evidenza dalla terza alla prima e Alessandro Terzini sempre più bravo e sicuro in seconda base. Nodari (4K, 3V in 49 lanci) veniva rilevato al 6° da Barchiesi (3K in 30 lanci) che chiudeva bellamente la gara anzitempo all’ottavo.

 

MALNATE___0-0-0-0-0-0-0-0  totale 0    Valide 3  –  errori 2

OLD  RAGS__5-0-1-1-0-1-1-1  totale 10   Valide 13 – errori 0

 

Mercoledì 1 maggio si terrà sempre a Lodi il recupero della gara non giocata per la pioggia due settimane fa e saranno di scena i Cabs di Seveso, una squadra che presenta le credenziali giuste per mettere alla prova le aspirazioni degli Old Rags. Domenica, invece, trasferta a Sannazzaro, che quest’anno appare rinforzato. Buon Baseball a tutti in questa ricca settimana sportiva.

 

DOPO PARTITA

 

E’ tradizione dello spirito del baseball, e Lodi non se ne distoglie, fermarsi a bere una birra dopo la partita, commentando tranquillamente la gara con tanto di bottiglietta verde in mano. Questa domenica però c’era un pretesto ulteriore per fermarsi a far festa: la recente conquista della qualifica di “assaggiatore di formaggi” guadagnata da Stefano Foglio, ingegnere, prima base, mastro birraio e simpatico ragazzo. Mi gioco subito la battuta che il suo ritorno da Bovisio a Lodi è dovuto proprio a queste caratteristiche extra-sportive (in realtà non è vero: è un giocatore affidabile ed esperto – anche oggi un doppio con 1 rbi – capace di dare alla squadra quel tocco in più che necessita nei momenti topici). E questo “tocco in più” oggi era una formaggella Pandinella offerta al gruppo gialloverde del dopo-partita, unitamente ad un barilotto di buonissima birra artigianale da egli stesso realizzata, con la collaborazione dei suoi degni sodali Contardi e Barchiesi. Aria di festa, sorrisi, ricordi e qualche chiacchiera sportiva, in attesa dei prossimi cimenti che attendono gli Old Rags.

WordPress Author Box
Fabrizio Gatti

Eterno ragazzo, per tutti gli anni settanta ha giocato a baseball come pitcher nella squadra di Cremona - sua città natale - ricoprendo anche incarichi tecnici e direttivi. Con gli Old Rags di Lodi dal 2014, ne è dirigente accompagnatore, perfettamente integrato con lo spirito della società, per la quale ha scritto l’inno “Old Rags song”, in video su Youtube. Esperto di Comunicazione, lavora per una importante casa editrice. E’ soprannominato “Gatto” (e ci tiene).