SerieB, pareggio alla prima uscita del Belvedere Riccione

Pubblicato il Apr 11 2018 - 6:30pm by Redazione Baseballmania

La prima di campionato è sempre un’incognita, vuoi per la “ruggine” da scrollarsi di dosso dopo l’inverno (soprattutto con un precampionato brevissimo per motivi di calendario e metereologici), vuoi perché i valori delle squadre dopo i restyling invernali sono ancora sconosciuti.

A Teramo, dove il Belvedere Riccione ha iniziato la più lunga stagione di serie B degli ultimi vent’anni (18 giornate, senza play-off), nella partita inaugurale si è presentato un Chieti che è parso molto più competitivo rispetto alla squadra di bassa classifica delle ultime stagioni e alla fine il tabellone di “garauno” ha sorriso proprio ai Teatini. Senza storia invece la seconda partita, chiusa anzitempo dai romagnoli grazie ad un monte di lancio praticamente intoccabile.

Nella prima partita i riccionesi hanno lottato fino all’ultimo, pagando una partenza non felicissima sul monte. Il giovanissimo Aiello ha subito due punti nelle prime due riprese pagando cara l’unica valida concessa per via di problemi di controllo (quattro le basi ball). Dall’altra parte l’attacco biancazzurro ha sofferto parecchio i lanci dell’ottimo Faini, solidissimo nelle prime cinque riprese.

Solo al terzo inning il line-up è riuscito a toccare valida sul pitcher abruzzese dimezzando lo svantaggio, 1-2 sui singoli di Angelini e Paolo Gabrielli, doppia rubata e la volata di sacrificio di Canini. Nella stessa ripresa il Chieti segnava ancora contro Lucena (3-1), ma il colpo decisivo sembrava arrivare al quinto inning, con le valide pesanti di Gonzales (doppio), Marinelli (singolo) e il triplo di Motorba che puliva le basi prima di segnare lui stesso (6-1). Il Belvedere però non si arrendeva e replicava al sesto andando a segno tre volte: doppio di Canini, poi valida con due out di Muccioli (6-2), base a Pandolfi e singolo di Lucena a riempire le basi con due eliminati, poi era la valida di Rossi a riaprire la partita sul 6-4. Al settimo i riccionesi arrivavano a 27 metri dal pareggio, con un errore difensivo che permetteva a Luca Gabrielli di arrivare in terza e a Canini di segnare (6-5), ma la rimonta non si completava. Il Chieti riusciva a sferrare il colpo di grazia nell’ottavo attacco, con due punti frutto di tre valide che fissavano il risultato sul definitivo 8-5, perché nell’ultimo assalto il Belvedere alzava bandiera bianca.

Il tempo di smaltire la sconfitta e si è tornati in campo per “garadue”, con tutta un’altra musica. Dopo una “fase di studio” di due riprese, nel terzo attacco il Riccione segnava tre volte, sfruttando al meglio le valide di Luca Gabrielli, Muccioli e Pandolfi (3-0). Il divario si allargava fino al 5-0 nel quinto inning (doppi di Pandolfi e Rossi inframmezzati dal singolo di Bertozzi), e al sesto le segnature erano addirittura cinque (11-0), ma questa volta era sufficiente una valida, il doppio di Bertozzi, perchè per il resto erano le basi ball ad aprire la voragine. Partita ampiamente in cassaforte, anche perché il monte riccionese questa volta era da favola: cinque inning da no-hit per Tomassoni (5 rl, 0 bvc, 2 bb, 7 so, 0 pgl) e il Chieti non riusciva mai a toccare la seconda base, poi era Chiaruzzi a chiudere senza problemi la partita (2 rl, 1 bvc 1 bb, 0 pgl).

Divisione della posta tutto sommato accettabile, e sarà il prosieguo del campionato a dirci se questo Chieti confermerà le ottime impressioni di domenica. Per Riccione, che rodaggio a parte si conferma come una delle pretendenti alla promozione, ci sarà già da domenica prossima un esame tostissimo, con la trasferta di Bologna (sponda Longbridge) per affrontare una squadra avvelenata e assetata di vittorie dopo la doppia sconfitta sul filo di lana nel derby di domenica scorsa con il San Giovanni in Persiceto.

 

Risultati prima giornata

 

Yankees SGP-Longbridge Bologna 3-2 e 3-2

Ancona-Lancers Lastra a Signa 2-10 e 1-11

Chieti-Belvedere Riccione 8-5 e 0-11(7°)

Porto Sant’Elpidio-Junior Rimini 2-3 e 5-12

Fano-Cupramontana 14-4 (8°) e 2-8

 

Classifica: Yankees, Rimini, Lancers (2-0) 1000, Chieti, Riccione, Fano, Cupramontana (1-1) 500, Longbridge, Porto Sant’Elpidio, Ancona (0-2) 0.

 

Seconda giornata (domenica 15 aprile, ore 11 e 15.30)

Chieti-Ancona

Longbridge-Riccione

Lancers-Porto Sant’Elpidio

Rimini-Fano

Yankees SGP-Cupramontana