B Federale, pareggio a Minerbio per il Rimini Riviera

Pubblicato il apr 16 2015 - 12:00pm by Redazione Baseballmania

All’esordio nel Campionato di Serie B con i Lupi di Minerbio, il giovane roster romagnolo guidato dal manager ravennate Sandro Rizzi supportato dal pitching coach Gilberto Zucconi ha già mostrato i primi segnali di competitività, rivelando tuttavia qualche ritardo di troppo nel box di battuta, soprattutto in gara 1 dove il pitcher bolognese Dall’Olio ha mostrato padronanza assoluta del suo monte di lancio.
Per la società è stato un primo step importante nello sviluppo del giovanissimo gruppo (media età di poco sopra i 21 anni) che incontrerà sul suo percorso avversari sempre più esperti ed insidiosi, con i quali la continuità nel box e la solidità difensiva andranno cercati con ancora maggiore forza. La crescita del gruppo è l’obiettivo principale per lo staff tecnico del Patto dell’Adriatico che, senza l’affanno di raggiungere il risultato ad ogni costo, sta rivolgendo l’attenzione alla salvaguardia e al costante miglioramento dei propri prospetti.
Cronaca di GARA 1. RIMINI RIVIERA – BCM MINERBIO 2-6

Formazione partente: 13 Federico Mularoni, DH (1/5); 2 Lorenzo Di Raffaele, 2b (1/4); 21 Camino Rumenos, SS (1/4); 55 Mattia Pandolfi, 1b (0/3); 8 Giulio Cianci, 3b (1/4); 14 Enrico Galluzzi, EC (0/4); 34 Franklin Manzanillo, C (0/2); 70 Lorenzo Saccani, ED (0/1) – 7 Amerigo Ricci Masotti (1/1); 4 Anthony Falanga, ES (0/2) – 27 Federico Pesaresi (0/2).

L’Opening Game vede la sfida sul monte fra il lanciatore di punta locale, l’ex-Castenaso Dall’Oglio, e l’accademista ravennate Ludovico Coveri. La partenza del Patto fa ben sperare, grazie al punto segnato al primo inning dal leadoff riminese Federico Mularoni in base su singolo, spinto a casa da un doppio dell’interbase ravennate Camilo Rumenos. Purtroppo, da qui alla fine della gara, l’attacco del Patto va in standby o centra sistematicamente i difensori del Minerbio, nonostante gli ottimi swing. Al terzo inning è sfortunata la secca linea di Di Raffaele con Mularoni già in base per ball. Il secondo punto lo segna Cianci all’ultimo inning grazie al singolo di Masotti, subentrato a Saccani. Sul monte anche Ludovico Coveri domina la situazione, grazie ad una fastball apparsa decisamente fuori categoria, almeno nei primi 2 inning, ma un leggero calo di velocità è sufficiente al Minerbio per mettere in cassaforte il risultato e costringere il manager Rizzi a chiamare Alessandro Norri a concludere la gara, compito che il pitcher riminese svolge senza difficoltà, nonostante un paio di errori di troppo della sua difesa. Al terzo inning si sveglia l’attacco biancoblu che piazza la zampata del pareggio grazie al leadoff Lorenzo Malengo che porta a casa Ferini sfruttando al meglio l’unica base ball concessa da Coveri. Al sesto inning il punto di svolta della partita, sempre protagonista Malengo, che con un profondo doppio apre le danze per poi essere spinto a casa da Boniolo. Al settimo il calo decisivo del partente ravennate, di cui approfitta un devastante Malengo che con un altro doppio porta a casa altri due punti (Ferini e Zamboni, entrambi in base con un singolo) e segna lui stesso su singolo di Avendano. Finisce qui la gara per Coveri, e chiude l’inning senza ulteriori scossoni il rilievo Norri. L’ultimo inning, complice anche qualche errore di concentrazione su entrambi i fronti, si conclude con il risultato di 6 a 2 per i locali. Da segnalare, oltre l’infuocata mazza di Malengo, la vittoria con complete game (e conseguenti 152 lanci tirati con grande mestiere) del pitcher del Minerbio Dall’Oglio.

Cronaca di GARA 2. RIMINI RIVIERA – BCM MINERBIO 4-0 (lanciatore vincente Luca Di Raffaele, Salvezza di Alessandro Di Giacomo)

Formazione partente: 13 Federico Mularoni, 2b (0/4); 2 Lorenzo Di Raffaele, DH (1/4); 21 Camino Rumenos, SS (3/5 con un triplo); 55 Mattia Pandolfi, 1b (0/2); 8 Giulio Cianci, 3b (1/5); 14 Enrico Galluzzi, EC (1/3); 34 Franklin Manzanillo, C (1/4); 70 Lorenzo Saccani, ED (0/2) – 7 Amerigo Ricci Masotti (0/2); 4 Anthony Falanga, ES (0/2) – 27 Federico Pesaresi (0/2).

Partenza fotocopia e immediato vantaggio del Patto con un punto segnato da Lorenzo Di Raffaele in base per ball e spinto a casa dal singolo di Giulio Cianci. Dopo questa prima fiammata i due pitchers partenti Palestrina per il Minerbio e Luca Di Raffaele per Rimini Riviera prendono in mano la partita e la portano senza ulteriori scossoni al 5 inning, quando il Patto segna ancora, allungando sul 3 a 0, il tutto propiziato da un triplo di Rumeons. Mentre Avendano sosituisce Palestrina sul monte bolognese, il pitcher riminese Luca Di Raffaele continua a mietere strikeout fino al 7 inning quando viene rilevato benissimo da Alessando Di Giacomo. Prestazione maiuscola quella del pitcher partente di gara 2: in 6.0 inning 10 strikeout, 4 basi su ball e solo due valide concesse. Al settimo inning ulteriore allungo dei ragazzi di Rizzi con Enrico Galuzzi, in base su ball, che ruba la seconda e riesce ad arrivare a casa base con la complicità della difesa locale sulla battuta interna di Masotti. Risultato che non cambierà fino alla fine dell’incontro, grazie anche al rilievo di Alessandro Di Giacomo che mette al sicuro il risultato con la salvezza ottenuta in 3 inning con 4 strikeout, 1 base su ball e due valide consecutive concesse a Herrera e Reyes al nono inning. I ragazzi di Rizzi e Zucconi possono così giore per la prima vittoria nella nuova categoria.
Ufficio stampa ASD Rimini Rivera