B Federale, Belvedere Riccione esordio tra luci e ombre

Pubblicato il apr 16 2015 - 12:36pm by Redazione Baseballmania

Non è stato tanto il doppio KO sul tabellone del Cerreti di Firenze – in qualche modo preventivabile – a macchiare la prima uscita stagionale del Belvedere Riccione, ma piuttosto il doppio KO patito da Baldacci e Muccioli, entrambi infortunatisi nella giornata d’esordio. Baldacci non è riuscito nemmeno a completare la prima ripresa di “garauno”, per una ferita all’arcata sopraccigliare durante una giocata a casa base, mentre Muccioli è stato letteralmente atterrato da un infortunio muscolare dopo una valida nella seconda partita. Contro una Fiorentina apparsa già solidissima in tutti i reparti, il Riccione si è dovuto accontentare di rimanere in partita, ma è mancato soprattutto l’attacco (13/66 nel box), mentre sia monte di lancio che difesa hanno fatto vedere cose egregie. Considerata la pre-season fortemente limitata dal maltempo, i segnali per il manager Pasquini sono comunque complessivamente incoraggianti.

La prima partita è stata dominata dal monte di lancio. Per il Belvedere, Piero Ambrosani ha mostrato già grande padronanza, reggendo per 6.2 riprese con appena 5 valide concesse, 2 pgl e 4 strikeout, poi ben rilevato dal neo-delfino Forcellini (1.1 rl, 2 bvc, nessun pgl). Dall’altra parte però la Fiorentina ha messo in mostra un autentico gioiello, il pitcher diciannovenne Alessio Sinforici che a parte qualche problema di controllo ha annichilito le mazze romagnole, con una no-hit rotta solo al settimo inning dalla valida di Simone Sartini. Il giovane talento toscano ha chiuso la partita con 7 riprese lanciate, 1 valida, 5 basi ball e 8 strikeout, ovviamente senza pgl, il rilevo Buonamici ha sofferto un po’ di più, ma è comunque riuscito a “congelare” lo shutout, lasciando a zero gli avversari.

Il primo punto è arrivato al primo inning: triplo sul foul di sinistra per Bittoli, che prova a segnare sulla battuta in diamante di Rinaldi ed è sul rilancio a casa base del prima base De Paola che un rimbalzo traditore colpisce Baldacci sopra l’occhio, costringendolo ad abbandonare la contesa. Sinforici intanto può contare anche su alcune giocate difensive che rubano letteralmente valide al Belvedere e al secondo Firenze raddoppia, ancora con un triplo di Sonnacchi spinto a punto dalla valida di Martin Perez. Il punteggio resta inchiodato sul 2-0 fino al sesto, inning in cui Riccione potrebbe rendersi pericoloso, ma una gran battuta di Capozzoli con Muccioli in prima viene ottimamente giocata dal terza base Morelo che la trasforma in doppio gioco. Nello stesso inning arriva il terzo punto dei gigliati, base a Morelo, ancora un doppio di Sonnacchi (per l’ex Grosseto 3/4 nel box) e punto sulla battuta in diamante di Sassoli. Al settimo, dopo 19 eliminazioni senza valide, è Simone Sartini a spegnere i sogni di no-hit di Sinforici con una valida a destra, ma non arrivano punti per Riccione. La Fiorentina segna invece il 4-0 sfruttando due errori difensivi al settimo e si porta sul 5-0 all’ottavo, ancora grazie ad una valida di Sonnacchi. Al nono il Belvedere riempie le basi, ma non arrivano punti.

In “garadue” Riccione paga soprattutto la prima metà di gara, ma è l’attacco fiorentino a scavare il solco decisivo con 7 valide nelle prime 5 riprese tra cui un fuoricampo interno di Biffoli e i tripli di Rinaldi e Martin Perez. Sul monte romagnolo Chiaruzzi (3.1 rl, 6 bvc, 3 so, 4 pgl) tiene comunque i suoi in partita, ma è ancora l’attacco a non concretizzare. Una volata di Buonomici e un singolo di Rassizad spingono Firenze sul 2-0 al secondo, al terzo sono le valide di Biffoli e Rinaldi a propiziare il 3-0. Al quarto arriva il primo punto stagionale per Riccione, gran doppio di Capozzoli seguito dalla valida di Cicchese per il 3-1, poi anche Rossi batte valido, ma con due uomini in zona punto e un eliminato non arrivano altre segnature. Nello stesso inning Firenze prende il largo con due out: valida interna di Andreini, poi Biffoli spara una linea sopra la testa dell’esterno destro e raggiunge la recinzione per quello che diventerà un fuoricampo interno (5-1). Non è finita, perché Rinaldi lo segue con un triplo e segna su lancio pazzo per il 6-1. Al quinto entra Gabrielli sul monte, ma è un altro triplo (di Martin Perez) combinato con una volata di sacrificio a generare il 7-1. Al sesto arriva l’ottavo punto dei padroni di casa, sulla valida di Morelo (8-1). Riccione non molla, ma tra il quinto e l’ottavo dilapida cinque uomini in zona punto. Al nono i riccionesi tentano l’improbabile rimonta, singolo di Forlazzini, base a Olei (ottimo esordio in biancazzurro, 2/6 nel box, ma in base 5 volte su 10 e difesa perfetta), poi la smorzata di Mazzocchi diventa un valido che riempie le basi. Capozzoli batte in diamante per l’8-2, la valida di Cicchese frutta l’8-3 e le basi si riempiono nuovamente, ma Sassolini stringe i denti e chiude la partita con due strikeout.

Ora il Belvedere tenterà di rifarsi a Minerbio domenica prossima, nella speranza di recuperare gli infortunati e con la pedina D’Amico in più sul monte di lancio.

Prima giornata (domenica 12 aprile, 10.30 e 15.30):

BCM Minerbio-Rimini Riviera Giovani 6-2 e 0-4

Livorno 1948-Nuova Pianorese 7-6 e 4-15 (8°)

Fiorentina-Belvedere Riccione 5-0 e 8-3

Classifica: Fiorentina (2-0) 1000, Minerbio, Rimini, Livorno e Pianoro (1-1) 500, Riccione (0-2) 0.

Prossimo turno (domenica 19 aprile, 10.30 e 15.30)

Fiorentina-Nuova Pianorese (sabato 18, ore 15.30 e 20.30)

Rimini Riviera-Livorno 1948

BCM Minerbio-Belvedere Riccione