LIBCI. Thunder’s, All Blinds e WhiteSox partono lanciate

Pubblicato il Mar 19 2019 - 11:40pm by Matteo Comi

L’inverno agonistico è finalmente terminato!

Le 11 squadre sono ripartite di gran carriera animate da un solo obbiettivo: cucire il tricolore sulle proprie casacche. Il XXXIII Campionato di Baseball per ciechi si apriva lo scorso fine settimana con l’attenzione rivolta ai diamanti di Sassari e Perugia.

La partita inaugurale del torneo era il confronto tra Tigers Cagliari e i Thunder’s Five Milanno. Da una parte gli isolani desiderosi di confermare la buona stagione dell’anno scorso, mentre dall’altra i meneghini smaniosi di rifarsi dopo il disastroso Campionato 2018 che li aveva visti come fanalino di coda con solo un pareggio all’attivo. Intorno ai Thunder’s si percepiva molta curiosità dati gli innesti sul finire della precedente stagione agonistica: Manager Chiesa al timone della squadra, Gaetano Casale, Rosafio e Bernunzio nel roster. Un robusto Maestrale accarezzava terra rossa ed erba al play ball delle 14:00 con i Thunder’s che si producevano in una partenza azzanna partita in stile Patrini Malnate con due punti a referto nell’alta del primo inning e un Big-inning da cinque punti nella successiva seconda ripresa. I Tigers sembravano subito accusare il colpo rialzandosi parzialmente con due punti nella bassa del terzo inning ma la marcia dei meneghini procedeva spedita con due punti nell’alta della sesta e altrettanti nell’alta della settima ripresa. I giocatori di Manager Gallus segnavano qualche altro punto strada facendo ma 11 a 4 per i Thunder’s era il risultato finale.

I Thunder’s ritornavano dunque alla vittoria dopo un anno di digiuno in campionato. Un successo costruito sul subito determinante apporto di Casale (9 su 10, 1 HR e 3 punti battuti a Casa con 15 assistenze) quasi imprendibile e determinante in entrambe le fasi di gioco. L’Iceman di Prtoceresio era perfettamente assistito da un rigenerato Cusati (2 su 7 e 2 punti battuti a Casa con 4 assistenze) e da un di nuovo martellatore di valide e HR Nesossi (6 su 9, 3 HR e 4 punti battuti a Casa).

I Tigers offrivano un line-up robusto nelle battute ma ancora qualche lacuna in fase difensiva. Su tutti ottime le prove del sempre più fondamentale Bonomo (5 su 7, 2 HR e 3 punti battuti a Casa con 8 assistenze) e il bombardiere d’annata Antonello Lai (4 su 4). Buono anche l’esordio di Salvatore Carboni (1 su 3).

Partita ben diretta dagl arbitri: Casiraghi, Foltran, Frabetti e Quisini affiancati dai direttori di gara sardi in formazione mentre Alessandro Serra esordiva nel ruolo di classificatore.

La Domenica presentava un menù sportivo molto ricco con ben tre incontri. La giornata era aperta con un intrigante confronto tra i detentori di Coppa Italia e torneo di Fine Stagione Agonistica della Roma AllBlinds e la Fiorentina B. X. C. I capitolini si approcciavano al nuovo Campionato con la consapevolezza di essere l’alternativa concreta ai Thunder’s Five Milano mentre i gigliati in mezzo a svariati cambiamenti erano alla ricerca della loro identità. Inizio scoppiettante da entrambe le parti con un poker della Roma AllBlinds nell’alta del primo inning al quale la Fiorentina B. X. C. Rispondeva con un tris calar nella bassa della medesima ripresa. Il game si manteneva vibrante fino all’alta del settimo inning quando i capitolini, dopo aver messo a referto un punto nell’alta di quarto e sesto inning, calavano un’altro poker di punti che fissava il risultato sul 10 a 3 per Capitan Somma e compagni con la difesa giallo-rossa pronta a chiudere qualsiasi varco.

Tra le fila degli AllBlinds subito a pieno regime Capitan Somma (5 su 8 e 3 punti battuti a Casa), Napoli (3 su 9 con 6 assistenze), Bassani (6 su 9 e 2 punti battuti a Casa con 7 assistenze) e Abidi (3 su 8 e 3 punti battuti a Casa). Esordio in campionato per Geraldine Patino Olivera e Walter Bucic come assistente.

Per i gigliati prestazione da protagonista assoluta per Lazzarini (5 su 8 e 2 punti battuti a Casa con 11 assistenze) ben assistito da Capitan Musarella (4 su 7 e un punto battuto a Casa con un’assistenza). Esordio in campionato per la giovanissima Irene Ribolla (0 su 2) e di Michele Pugliese come seconda base vedente.

Partita diretta dagli arbitri: Amurri, Luciani, D’Urso e Ricci con Meli nel ruolo di classificatore.

Alle 13:00 a Sassari scendevano in diamante i Thurpos Cagliari e i Thunder’s Five Milano. I sardi si presentavano ai nastri di partenza dopo l’ottimo sesto posto in Campionato del 2018 mentre i milanesi avevano la possibilità di testare la loro tenuta psicofisica dopo il vittorioso game del giorno precedente. Avvio di partita sorprendente e perentorio dei Thurpos Cagliari con un poker nell’alta del secondo inning al quale I Thunder’s rispondevano con un tris calato nella seconda medesima ripresa. L’incontro rimaneva equilibrato fino al quinto inning dove le compagini erano sul 6 a 6 ma i giocatori di Manager Chiesa piazzavano l’allungo decisivo con un Big-inning da cinque punti nella bassa della sesta ripresa. Il resto era normale amministrazione per Casale in difesa con un altro punto per i Thuder’s nella bassa dell’ottavo inning che fissava sull 13 a 6 per i milanesi il risultato finale.

Per i Thurpos ruolo da trascinatori per Spiga (4 su 8 con 2 assistenze), Tocco (1 su 8 con 6 assistenze), Daniela Romano (1 su 7 con 2 assistenze) molto migliorata rispetto alla stagione precedente e Serra (2 su 7 e 2 punti b attuti a Casa) bravo a finalizzare il lavoro dei compagni di squadra.

Tra le fila dei Thunder’s di nuovo protagonisti Casale (5 su 9 e 2 punti battuti a Casa con 14 assistenze), Cusati (5 su 9 e 2 punti battuti a Casa) e Nesossi (3 su 8 e 5 punti battuti a Casa). Molto meglio anche la prova di Rosafio (4 su 7 e 2 punti battuti a Casa).

Partita ben diretta dagli arbitri: Casiraghi, Foltran, Fabbretti e Quisini con Serra nel ruolo di classificatore.

Nel pomeriggio a Perugia sul Campo di Pian di Massiano si svolgeva un’alta importante partita tra Umbria Redskins e Bologna White Sox CVinta. Un game spettacolare con sorpassi e controsorpassi da entrambe le parti ma alla fine a spuntarla erano i giocatori di Manager Lanzarini che riuscivano ad imporsi per 7 a 6 ottenendo una Vittoria fondamentale.

Tra le fila dei felsinei prestazioni da protagonisti per Mbengue (3 su 9 e un punto. Battuto a Casa con 55 assistenze) e dell’intramontabile  Berganti (3 su 8 e un punto battuto a Casa con 7 assistenze).

Agli Umbria Redskins mancava la lucidità e la scaltrezza nei frangenti decisivi con tuttavia prove incoraggianti di Quinci (5 su 9 e 2 punti battuti a Casa con 7 assistenze e Olivieri (3 su 9 con 3 assistenze). Menzione a parte per le ottime quote rosa Trefolello (0 su 7 e 2 punti battuti a Casa) nel ruolo di battitrice designata e Capitan Reggi con 9 assistenze come difensore obbligato.

Partita ben diretta dagli arbitri: Amurri, Luciani, D’Urso e Ricci con Meli nel ruolo di classificatore.

La due giorni di incontri ci consegnava quindi dei Thunder’s già lanciati e con tutte le caratteristiche per essere la squadra da battere ma la Roma AllBlinds e i Bologna White Sox CVinta si proponevano come solide alternative.

Nel prossimo turno doppio incontro per la Leonessa BS B. X. C. Che affronterà Sabato pomeriggio i Campioni D’Italia in carica dei Patrini Malnate, mentre Domenica pomeriggio i Vicecampioni d’Italia dei Lamp Milano. Sempre Domenica, a Bologna, scenderanno, invece, in diamante la Roma AllBlinds opposta ai Bologna White Sox CVinta e gli Umbria Redskins contro gli Staranzano B. X. C. Per un campionato ancora tutto da scoprire!