AIBX2014, vent’anni nel segno dei Lampi MIlano

Pubblicato il Ott 17 2014 - 8:55am by Matteo Comi

” Tutti dicono che in questa giornata bisogna divertirsi ma quando nell’aria comincia a spandersi il soave profumo della vittoria, si incomincia a fare sul serio senza risparmiare alcuna energia”.

Questo giudizio emerge dal combattuto torneo di fine stagione disputatosi a Bologna per festeggiare tutti insieme i 20 anni dalla nascita del Baseball per Ciechi.

Una tiepida e soleggiata giornata d’Autunno ha, infatti, accolto lo scorso fine settimana in quel di Casteldebole le 8 squadre del campionato A. I. B. X. C. che con l’aggiunta dei neonati Blue Fire C. U. S. Brescia e dell’eccezionale ritorno dell’Aquilone Empoli si sono date battaglia per assicurarsi il tradizionale torneo di fine stagione dedicato quest’anno ai 20 anni dalla prima partita di questo spettacolare sport.

La competizione seguiva una formula veloce e collaudata che si articolava in una prima fase con due gironi all’italiana di cinque squadre e in una seconda fase con scontri diretti con tutti i game da due inning e con la possibilità di segnare fino a tre punti per ripresa.

Ad affrontarsi nel gruppo A sull’insidioso campo Spada erano i Lampi Milano, i Bologna White Sox, i Patrini Malnate, la CVinta Ravenna e l’Aquilone Empoli. Al termine di dieci incontri molto combattuti a passare il turno erano in ordine di classifica: Patrini Malnate, Bologna White Sox, CVinta Ravenna e Lampi Milano. Da segnalare le belle prove offerte dai varesini molto bravi ad adattarsi all’insidioso diamante.

Sul campo Leoni, invece, a contendersi il passaggio del turno erano: Thunder’s Five Milano, Tigers Cagliari, Roma AllBlinds, Fiorentina B. X. C. e Blue Fire C. U. S. Brescia. Al termine dei dieci game del raggruppamento a passare alla fase successiva erano in ordine di classifica: Thunder’s Five Milano, Fiorentina B. X. C. , Tigers Cagliari e Roma AllBlinds. Girone tosto e caratterizzato dal testa a testa per la leadership tra Thunder’s Five Milano e Fiorentina B. X. C. risoltosi a favore dei milanesi.

Nei quarti di finale la Roma AllBlinds aveva la meglio per 2 a 0 sui Patrini Malnate, i Lampi Milano superavano in un mini Derby per 5 a 1 i Thunder’s Five Milano, I Bologna White Sox avevano ragione per 2 a 0 dei Tigers Cagliari e la Fiorentina B. X. C. piegava la CVinta Ravenna con un 1 a 0 di misura.

Nelle semi-finali i Lampi Milano avevano ragione degli White Sox Bologna per 1 a 0 mentre sempre con il medesimo risultato la Roma AllBlinds sopravanzava la Fiorentina B. X. C. così che a giocarsi la finale erano le squadre che meno avevano impressionato nella prima fase.

Nella finale si assisteva ad una partenza decisa dei Lampi Milano che calavano un tris nel loro primo inning senza, tuttavia, incrementare il loro vantaggio nella loro seconda ripresa. I giocatori della Roma AllBlinds rispondevano con un punto nel loro primo inning d’attacco e un altra segnatura nella seconda ripresa. Game avvincente fino all’ultima battuta, quando con la situazione di basi piene e due eliminati Capitan Maurizio Scarso riusciva a catturare l’insidiosa battuta di Bernardini, realizzando con Pagani l’assistenza che faceva esplodere la festa Lampi con 3 a 2 come risultato finale. Tra le fila dei Lampi Milano buone le prove di tutto il line-up. Tra quelle dei Giallo-rossi da evidenziare le prestazioni di Daniela Pierri (2 su 2) e Mariarosaria Famiglietti (2 su 2).

Trionfo festeggiato dai Lampi Milano, come consuetudine con ballo di terza base e giro del diamante ad opera di Matteo Comi e Matteo Briglia questa volta al ritmo di Goodness Gracious.  di Elli Goulding.

Negli incontri è stata sperimentata la possibilità di ampliare a sei giocatori il line-up con il conseguente inserimento di un ulteriore esterno destro in fase difensiva.

I game sono stati perfettamente diretti dagli arbitri: Giovanni Lercker, Roberto Amurri, Corrado Pasquali, Walter Foltran, Bianca Casiraghi, Luciano Luciani, Quirino Quisini, Massimo Ricci e Francesco D’Urso.

Tra il pubblico sulle tribune erano presenti sin dal mattino il Presidente della FIBS Riccardo Fraccari, il Presidente della Fortitudo-UnipolSai Stefano Michelini e il Presidente del Quartiere Borgo Panigale Nicola De Filippo. Nel corso della giornata si segnalava, inoltre, la presenza al Campo Leoni dello stand Filatelico con annullo delle Poste Italiane ,  organizzato da Vladimiro Capecchi Presidente della Commissione Filatelica della FIBS e quello di EMERGENCY  associazione che ha anch’essa compiuto 20 anni di attività nel 2014.

Al termine della competizione il Presidente dell’A. I. B. X. C. Alberto Mazzanti ha dato il via al cerimoniale delle premiazioni con un discorso nel quale ha ricordato i 20 anni del Baseball per ciechi e in particolare l’opera fondamentale di Alfredo Meli, Padre di questo sport. Il Sindaco del Comune di Casalecchio di Reno nel 1994 Ghino Collina ha poi ricordato il suo rapporto con Alfredo Meli e la sua presenza molto meravigliata e commossa alla Partita Originale giocata presso lo stadio Veronesi di Casalecchio.

Il Presidente del Consiglio Comunale di Bologna      Simona Lembi ha portato il saluto della città all’evento e ricordando i suoi trascorsi agonistici di giocatrice di softball, ha premiato Persone, Amici e Giocatori di questo splendido Movimento. La signora Lempi ha consegnato una serie di attestati di merito a: Pasquale di Flaviano  che fu uno dei tre pionieri con Beniamino Protano e Roberto Realdini,ad iniziare l’avventura A. I. B. X. C. con Alfredo Meli e Strato Petrucci  come :” Il primo uomo in battuta della storia dell’A. I. B. X. C.”. Una serie di attestati d’onore A. I. B. X. C.” a riconoscimento della generosa dedizione,instancabile impegno e straordinaria capacità a servizio del Baseball per Ciechi” sono stati consegnati a: Umberto Calzolari,braccio operativo di Alfredo sia nella parte strumentale e tecnica fin dal principio, Valeria Turolla, arbitro ed organizzatrice capace ed indefessa di tutti gli eventi, Lorenzo Vinassa De Regny, promotore del B. X. C. a Milano e consigliere AIBXC.   all’esteroo, Ottavio Gandolfi, Ideatore della parte tecnica ed elettronica, indispensabile per il nostro sport e Adriano Costa, assistente di diverse squadre,ma soprattutto, uomo di immensa umanità che ha sempre offerto la sua disponibilità a tutti.

Per quanto riguarda il torneo dei 20 anni sono stati premiati: Andrea Lazzarini, come migliore battitore, Federico Bassani, come migliore difensore, Rollye Vasquez, come M. V. P. e i Lampi Milano, come squadra vincitrice.

I premi individuali e collettivi per la stagione 2014 sono, invece andati a: i Lampi Milano, squadra vincitrice del Campionato Italiano, Thunder’s Five Milano, squadra vincitrice della Coppa Italia, Girone Est, squadra vincitrice dell’All-Star Gme, Giuseppe comuniello, vincitore del guanto d’oro quale migliore difensore del campionato, Tewodros T. Dagne, vincitore della Tripla corona (migliore battitore del campionato, migliore fuoricampista del campionato e migliore P. B. C. del campionato), Rosa Daniela Pierri migliore battitore donna del campionato, Bara MBacke Dieng, M. V. P. del campionato e Sarwar Ghulam, vincitore dell’Homerun Derby.

Ora è necessario andare in “letargo sportivo”, così da permettere un buon recupero delle energie per la stagione 2015 la quale si preannuncia ancora più spettacolare.