Rovigo, l’Elite fermata dalla pioggia. Vincono gli allievi.

Pubblicato il apr 27 2014 - 6:50pm by Redazione Baseballmania
Domenica di maltempo quella di oggi a Rovigo che ha compromesso la seconda partita di campionato dell’Elite che inevitabilmente è stata rinviata.
Si stava giocando l’inizio del terzo inning quando la pioggia che dapprima scendeva in modo non troppo intenso si è scatenata non lasciando spiragli per il proseguio.
A nulla è valsa la canonica attesa di 30 minuti per valutare la ripresa del gioco; la buona notizia tuttavia è che essendo stata sospesa nelle prime fasi, la partita andrà
interamente ripetuta, annullando un vantaggio di 6-0 degli ospiti del Crazy Praissola di San Bonifacio che iniziava ad essere consistente per una rimonta.
Nel primo inning il partente Tudor Bucataru aveva iniziato bene concedendo solo un punto agli avversari; l’attacco tuttavia si era dimostrato sterile e nel secondo attacco
ospite erano stati ben 5 i punti messi a segno a causa di una difesa non esente da colpe.
La squadra era scesa in campo con Bucataru sul monte poi rilevato da Borella al terzo, Zanella come ricevitore, Schiesaro, Cavallini e Roveroni rispettivamente in prima, seconda e terza, Schiavon interbase, Chieregato esterno sinistro, Zago al centro e Zonzi a destra.
In un sabato pomeriggio soleggiato l’Adriatic LNG Rovigo Allievi con il roster al completo e l’aggiunta di due elementi dalla categoria Ragazzi vince largamente il quarto
confronto con la forte squadra scaligera del Crazy di San Bonifacio restando così saldamente in testa al campionato regionale di categoria per il girone B.
Partita equilibrata all’avvio con le due squadre che si fronteggiano ad armi pari e i due lanciatori (Pellegrin per il Rovigo) veri protagonisti della sfida.
I rodigini riescono comunque a portarsi in vantaggio grazie ad alcune valide, la differenza marcata da una maggiore esperienza e attitudine offensiva rossoblu che
riescono a rubare diverse basi anche a causa di una difesa avversaria che risulta molto fragile.
Il terzo innigs inizia male per il Rovigo, il lanciatore rossoblu concede alcune basi ball e colpisce due avversari incassando un punto, al cambio campo però la
partita subisce una svolta decisiva; le mazze rodigine conquistano una valida dietro l’altra portando ben 5 giocatori a casa base.
In un contesto dove tutta la squadra si è comportata egregiamente si segnala la prima volta da “allievo” di Martyn, ma soprattutto resta impresso l’home-run di Gonzalez
al 5 inning che ha completamente fiaccato i tentativi di rimonta degli ospiti 5; home-run che sommato agli punti segnati varrà il 15-3 finale.
Anche in questa partita il Manager Paolo Rondina ha turnato in vari ruoli tutti gli atleti in roster.
Aumenta così a quattro il record di partite sopra i 10 punti segnati, con la squadra che viaggia ad una media di più di quindici punti a partita.
Roster Allievi: Agostinello, K. Castaldelli, J. Castaldelli, Cavallari, Cherubin, Frigato, Gonzalez, Lavezzo, Muraro, Marangoni, Martyn, Pellegrin.
Manager: P. Rondina   Coach: F. Gutierrez Reinoso