LIBCI, secondo turno pirotecnico di campionato!

Pubblicato il Mar 29 2019 - 5:30pm by Matteo Comi

Una giornata al quanto pirotecnica e scoppiettante il secondo atto del XXXIII Campionato di Baseball per ciechi. Dopo l’Opining-day suddiviso tra Sassari e Perugia ecco altre quattro interessanti partite giocate sull’asse Brescia-Bologna.
Il programma era aperto dall’esordio in trasferta dei Campioni d’Italia dei Patrini Malnate che andavano a far visita alla Leonessa B. X. C. dell’HR King Sarwar Ghulam. Una splendida giornata di sole e un diamante di via Branze, come sempre ottimamente preparato e lisciato permettevano ai giocatori della Leonessa di dar sfogo a tutto  il loro potenziale offensivo con Ghulam e Toigo a fare da trascinatori assoluti. I bresciani, già dalla bassa del secondo inning, erano un rullocompressore nel box ritrovandosi sul 6 a 1 dopo quattro riprese. Il Big-inning da cinque punti della bassa del quinto inning e altri due punti nella bassa del sesto facevano maturare un 13 a 1 per manifesta per Capitan Ghulam e compagni al termine della settima ripresa.
Patrini tornati sulla terra dopo il triennio di dominio nazionale. Varesini un po’ imprecisi nella corsa a Casa base ma spronati dai veterani Virgili (5 su 7 con 5 assistenze) e Marchetto (4 su 7 e un punto battuto a Casa).
Per la Leonessa primo round verso la conquista della vetta della classifica degli HR tra Toigo (4 su 6, 4 HR e 6 punti battuti a Casa con un’assistenza) e Ghulam (5 su 7, 2HR e 3 punti battuti a Casa con 2 assistenze). Belle prestazioni anche per Menoni (4 su 7 e un punto battuto a Casa con 2 assistenze) e Pagano (5 su 7 e 3 punti battuti a Casa con 3 assistenze). Da segnalare l’esordio tra le fila della Leonessa B. X. C. di Sakelsek.
L’incontro è stato diretto dagli arbitri: Casiraghi, Quisini, Foltran e Fior con Costa nel ruolo di classificatrice.
La Domenica mattina prevedeva alle ore 10:00 sul diamante Leoni il suggestivo incrocio tra la Roma AllBlinds e i Bologna White Sox CVinta. La partita era preceduta da una rapida cerimonia nella quale Marina Centrone, ex importante giocatrice di Softball e selezionatrice della Nazionale fino al 2016 ora tecnico delle Blue Girl Bologna, consegnava la prima pallina al Capitano dei capitolini Alfonso Somma.
Il game procedeva su un sottile equilibrio derivato da difese attente e mazze imprecise fino a che la Roma AllBlinds aveva una doppia
fiammata con un tris nell’alta del quinto e un Big-Inning da cinque punti nell’alta della sesta ripresa. I felsinei ne uscivano tramortiti
reagendo solo con un HR di Yemane nella bassa dell’ottavo inning, così che 8 a 1 per gli AllBlinds era il risultato finale al termine della
nona ripresa.
Tra le fila della Roma AllBlinds spicca la prestazione del solito Federico Bassani (4 su 8, 3 HR e 7 punti battuti a Casa con 13 assistenze) ma tutta la squadra ha fornito il proprio contributo alla causa. In particolare Napoli (3 su 8 con 6 assistenze) e Abidi (2 su 8, 1 HR e un punto battuto a Casa).
Tra i Bologna White Sox CVinta ancora qualche problematica di assetto difensivo e mazze un po’ troppo sottotono per i tradizionali standard.
A distinguersi dunque l’esperienza di Berganti (3 su 6 con 6 assistenze) e la freschezza di UYemane (1 su 6, 1 HR e un punto
battuto a Casa). La partita è stata diretta dagli arbitri: Lucani, Ricci, Pasquali, Amurri con in addestramento Fabbri, mentre Meli era assistito da
Gabbianini e Massari in addestramento nel ruolo di classificatore. Un pomeriggio soleggiato e un di nuovo splendido diamante facevano da
sfondo all’esordio dei vicecampioni d’Italia dei Lampi Milano opposti alla Leonessa B. X. C. reduce dalla scorpacciata contro i Patrini
Malnate del giorno precedente. I meneghini rispondevano all’acuto di Capitan Ghulam dell’alta del primo inning con due punti e un
Big-Inning da cinque punti nella bassa delle prime due riprese, facendo fruttare i due HR di Dieng piazzando gli uomini sulle basi nei
frangenti decisivi. Il game si manteneva vibrante fino alla fine con Toigo e Ghulam a sparare HR dal box che sfuggivano alla difesa Lampi
che risultava insuperabile per gli altri battitori di Manager Condorelli. Con altri due punti messi a referto nella bassa di quinto
e ottavo inning i Lampi fissavano sul 9 a 6 il punteggio finale sottolineando che tutte le segnature bresciane erano HR a basi vuote.
Per la Leonessa B. X. C. prosegueva il testa a testa tra GCapitan Ghulam (4 su 7, 3 HR e 4 punti battuti a Casa con 10 assistenze) e
Toigo (3 su 7, 2 HR e 2 punti battuti a Casa). In evidenza ancora Barbara Menoni (1 su 8 con 5 assistenze) brava a negare a
neutralizzare le bordate in probabile HR del sorridente senegalese avversario.
Per i Lampi prova da assoluto protagonista in attacco per Dieng (4 su 7, 2 HR e 7 punti battuti a Casa con 4 assistenze) Ben supportato in
entrambe le fasi da Allegretta (3 su 7 e un punto battuto a Casa con 4 assistenze) e Comi (3 su 7 e un punto battuto a Casa con 6 assistenze). Sugli scudi anche il rientrante Briglia (1 su 5 con un’assistenza) che, dopo aver annunciato sul finale del 2018 il suo ritiro, si ripresentava gagliardamente nel box di battuta e coriacemente in difesa.

Il game è stato ben diretto dagli arbitri: Casiraghi, Fior, Frabetti e Foltran con Maestri nel ruolo di classificatore.
A Bologna in contemporanea con Brescia si confrontavano gli Staranzano B. X. C. e gli Umbria Redskins. I friulani si presentavano ai nastri
di partenza senza per differenti motivi Moreschi, Nicolic e Arancio, mentre gli umbri dovevano fare a meno della loro colonna portante
Claudio Pierini. La partita procedeva a suon di HR di un sorprendente Kakar e un più corale gioco sulle basi da parte dei giocatori di
Manager Mastrantonio. I Redskins davano la spallata decisiva nella bassa del sesto inning con un Big-inning da cinque punti che sommato
al tris calato nella bassa della settima ripresa consegnava la vittoria per 18 a 8 a Capitan Reggi e compagni per manifesta superiorità.
Il migliore in assoluto per gli Staranzano B. X. C. è stato Kakar (6 su 7, 5 HR e 7 punti battuti a Casa con 4 assistenze) il quale ha
realizzato il record di HR all’esordio per un giocatore. In evidenza anche Crescenzi (2 su 7, 1 HR e un punto battuto a Casa) con il suo
primo HR in carriera e Finocchiaro (2 su 6 con 6 assistenze). Prova corale come detto per gli Umbria Redskins con a spiccare per
continuità al piatto Quinci (8 su 9, 1 HR e 5 punti battuti a Casa con 2 assistenze) autore del primo HR della storia della squadra Umbra e
Olivieri (8 su 9, 1 HR e 7 punti battuti a Casa con un’assistenza) ben supportati da una pimpante Capitan Reggi (2 su 8 e un punto battuto a
Casa con 4 assistenze).
Partita diretta dagli arbitri: Lucani, Ricci, Pasquali, Amurri con in addestramento Fabbri, mentre Meli era assistito da Gabbianini e Massari in addestramento nel ruolo di classificatore.
Questa secona giornata ci ha consegnato una Roma AllBlinds solida e sempre più candidata a contendere lo scettro di Campione d’Italia ai
Thunder’s Five Milano, una Leonessa B. X. C. dal sempre temibile potenziale offensivo ma alla ricerca di un gioco più corale, dei Lampi
Milano essenziali nello sfruttare i loro pregi e degli Umbria Redskins in costante evoluzione positiva.