Gli atleti dell’AIBX special guest nel torneo di softball

Pubblicato il ago 11 2014 - 9:35pm by Matteo Comi

Luglio e Agosto, si sa, sono mesi di sosta per le frenetiche attività sportive del baseball per ciechi. Sullo sfondo di questo periodo si trovano di solito gli echi dei festeggiamenti per il titolo Italiano assegnato a fine Giugno e i lavori per mettere a punto il proseguimento della stagione nella fattispecie il girone di Coppa Italia della prima decade di Settembre.

Guantoni, palline e mazze, tuttavia, non vanno in vacanza ma sono solite caratterizzare e animare dimostrazioni nelle numerose feste dello sport del territorio nazionale ma anche figurare da special guest in manifestazioni ufficiali legate al baseball o al softball per normo-dotati.

Un ottimo esempio di tutto questo è stata l’esibizione svoltasi lo scorso Luglio nell’ambito di un torneo di Softball in onore di Giancarlo Bianchi svoltosi a Saronno.

Alla competizione articolata su quattro giorni, dal 10 al 13 Luglio, hanno preso parte sette squadre italiane: Saronno Softball, Blu Girl Pianoro, Thunder’s Castellana, Caronno-rescaldina, La Loggia Torino, Allstars e selezione toscana ma anche una formazione serba: Wild Cats Belgrado.

Il diamante di Via Ungaretti è stato teatro di una serie di incontri sul modello di un girone all’Italiana con partite di sola andata da sei inning, dove anche il pareggio era ammesso.

Il torneo ha avuto il suo culmine la Domenica con la finale alle 14.30 tra Blu Girls Pianoro e il Saronno Softball padrone di casa. Il game è stato vinto dalle Blu Girls Pianoro per 6 a 4 e  al termine di questo avvincente incontro ha fatto seguito alle 16.00 la dimostrazione di baseball per non vedenti.

Il campo da softball, rapidamente adattato e modificato dallo staff di vedenti dei Lampi Milano, Thunder’s Five Milano e Patrini Malnate è stato perfetto palcoscenico di un’appassionante game tra una selezione mista delle squadre milanesi e i varesini sviluppatasi in tre riprese. I giocatori di entrambe le compagini hanno prima mostrato al nutrito pubblico sugli spalti, come sia possibile muoversi in completa autonomia su di un diamante con il solo ausilio di comandi sonori e poi hanno dato vita ad un incontro senza esclusione dicolpi nel quale sono stati messi in mostra tutte le sfaccettature di questo spettacolare sport per disabili ma che in quanto a spettacolarità non ha nulla da invidiare a quello per normodotati. Il game era ricco di suspance e terminava 4 a 4 con ben 2 HR per la compagine mista milanese e 3 HR per i Patrini Malnate con Gaetano Marchetto capitano dei varesini, come protagonista assoluto.

Al termine della partita, inoltre, ad otto ragazze, una per squadra del torneo, era data la possibilità di provare l’emozione di correre bendate sulle basi. Iniziativa accolta in modo entusiastico dalle giocatrici che solo per mancanza di tempo non hanno potuto provare anche gli altri fondamentali.

La giornata è poi proseguita con le premiazioni delle squadre e delle migliori giocatrici della rassegna.

Tra le giocatrici premiate: Di luca Stella  blue girls pianoro, come miglior Lanciatore, Vigna Laura  La loggia  di Torino, come miglior battitore e Susanna Soldi  Saronno softball, come giocatore piu utile.

Vi proponiamo, inoltre, alcune dichiarazioni sulla manifestazione rilasciate alle nostre penne da Massimo Rotondo un dirigiente del Saronno Softball.

: “Ho conosciuto Fabio Giurleo in occasione della coach convention  di Treviso i 17 gennaio 2014

Eravamo seduti allo stesso tavolo quando si dice il destino … sin da subito ho voluto coinvolgervi in quello che allora era solo un progetto ..il 1 Torneo internazionale Giancarlo Bianchi .

Nei mesi successivi mentre prendeva forma il torneo io e Fabio ci tenevamo in contatto per aggiornamenti riguardante la vostra partecipazione , per me e tutto il nostro staff la vostra partecipazione era molto sentita ,spesso il mio presidente Bianchi mi chiedeva se vi avevo sentito e se tutto era a posto

Vedervi giocare è  stato molto  emozionante ma la cosa che mi ha colpito di piu è stato questo :  avete iniziato a fare la dimostrazione e Fabio con il microfono spiegava la dinamica del gioco nel frattempo invitava il pubblico a non fare rumore per permettere a voi giocatori di sentire i suoni della palla e altro  i primi 10 minuti il pubblico non è stato diligente infatti dai parterre e tribune la gente parlava a bassa voce ma continuava a parlare ,lo stesso succedeva al bar e in cucina poi …d’incanto avete iniziato a giocare e il silenzio totale è sceso su di noi ..io organizzatore del torneo insieme ad altri per un po ho smesso di guardarvi ho chiuso gli occhi e sdraiato in  campo  ho capito veramente quanto stava accadendo… un emozione vera è scesa su tutti noi al  campo di via Ungaretti di Saronno e tutti i presenti sono poi tornati a casa più ricchi di quando erano arrivati . IO personalmente Massimo Rotondo ringrazio tutti voi per aver contribuito al successo del nostro torneo e ufficialmente vi invito alla 2 edizione del Torneo Giancarlo Bianchi del prossimo anno”.