Alla scoperta del BXC con il Gruppo Oltrettorrente

Pubblicato il Ott 20 2021 - 3:06pm by Redazione Baseballmania

Domenica scorsa 17 ottobre 2021 si è svolta la manifestazione “Alla scoperta del BXC” organizzata al campo 4 del centro sportivo “Aldo Notari” dal Gruppo Oltretorrente baseball e softball, dal consigliere federale, giocatrice e vice -presidente della Leonessa Brescia Barbara Menoni e dal presidente dell’AIBXC associazione italiana baseball giocato da ciechi Alberto Mazzanti. Lo scopo della giornata è stato quello di dare la possibilità a persone non vedenti o ipovedenti dell’Emilia (Parma, Reggio Emilia, Piacenza) di provare il gioco del baseball per ciechi. All’evento hanno partecipato il presidente del Gruppo Oltretorrente baseball e softball e fiduciario Coni di Parma Andrea Paini, i consiglieri del gruppo Oltretorrente baseball e softball Michele Reverberi e Claudio Pomponi, Barbara Menoni, Alberto Mazzanti, ragazzi e ragazze che hanno testato il gioco del baseball per ciechi e le formazioni della Leonessa Brescia, dei Thunder’s 5 Milano e “I Patrini di Malnate” protagonisti del campionato di serie A Libci, lega italiana baseball ciechi e ipovedenti che hanno disputato una partita dimostrativa. “Siamo contenti di essere riusciti a organizzare questa manifestazione – ha detto Paini – il mio ringraziamento va a Barbara Menoni e Alberto Mazzanti. Il nostro obiettivo sarebbe quello di riuscire a fare una squadra BXC di Parma e Provincia allargando anche a Reggio Emilia, Modena e Piacenza”. “Speriamo – ha spiegato Menoni – di riuscire a fare qualcosa per i ragazzi ciechi e ipovedenti di Parma. Nel baseball per ciechi non esiste la figura del lanciatore, la palla è sonora, si difende con 5 difensori tra la porzione di campo che va dalla terza alla seconda base. Gli assistenti di terza e seconda base danno indicazioni sonore”. “Vogliamo portare – ha concluso Mazzanti – il nostro gioco anche in una città come Parma, in cui il baseball è tradizione. Cerchiamo attraverso i contatti con l’Unione ciechi di reperire sempre più ragazzi e ragazze. Lancio un appello rivolto ai ciechi e ipovedenti di Parma e zone limitrofe interessati a provare il nostro gioco che porta dei benefici anche alla salute”