AIBXC2019, GIGLIATI E THURPOS SI RILANCIANO MENTRE LA ROMA ALLBLINDS RICADE

Pubblicato il Giu 7 2019 - 7:36pm by Matteo Comi

Nesossi Ivan

Fitta giornata per il XXIII Campionato di Baseball per ciechi. Una due
giorni di incontri distribuiti su Malnate, firenze e Perugia che
hanno mostrato conferme e colpi di scena.
Il Sabato si apriva con una classica sul diamante del Pierpaolo Vita
ovvero il confronto tra Fiorentina B. X. C. e I Bologna White Sox
CVinta. Per i gigliati un vero e proprio dentro o fuori per la
rincorsa alle Final Four mentre per i felsinei la possibilità di
consolidare la propria posizione eliminando una diretta pretendente.
Partenza promettente per i White Sox con due punti a referto nell’alta
del primo inning senza alcuna replica da parte degli avversari. con il
passare del tempo ecco il meccanismo felsineo incepparsi, mentre
Capitan Musarella e compagni ribaltavano e cambiavano l’inerzia del
game grazie ad una parte centrale esplosiva con un poker di punti
nella bassa della terza e un altro punto nella bassa della quarta
ripresa. Di lì in poi protagoniste le difese con la partita che
terminava 5 a 2 per la Fiorentina B. X. C. che continuava dunque ad
alimentare le proprie residue speranze di post season.
Per i Bologna White Sox CVinta sempre più ruolo da leader difensivo
per Fatti (1 su 7 e 11 assistenze), mentre come da tradizione in
attacco si facevano valere Berganti (3 su 7 con 4 assistenze) e Yemane
(4 su 7 e un punto battuto a Casa).
Per la Fiorentina B. X. C. Molto bene la prova di Lazzarini (4 su 6 e
2 punti battuti a Casa con 7 assistenze) ben coadiuvato in fase
offensiva da Cascio (2 su 6 e un punto battuto a Casa con 3
assistenze). e da Capitan Musarella (0 su 7 e un punto battuto a Casa
con 5 assistenze).
La partita è stata diretta dagli arbitri : Pasquali, D’Urso Amurri e
Luciani con Nardi nel ruolo di classificatore.
Dopo questo scoppiettante inizio il pomeriggio proseguiva a Malnate,
dove sul Gurian Field i padroni di Casa dei Patrini ricevevano i
Tigers Cagliari. I varesini erano desiderosi di dar seguito alla
positiva prestazione contro la Roma AllBlinds, mentre gli isolani
volevano dare un imput sempre più positivo al proprio cammino in
campionato. I giocatori di Manager Gallus schiacciavano subito
sull’acceleratore con un doppio tris nei primi due inning sorprendendo
gli avversari costretti ad inseguire. L’attacco dei Tigers continuava
a produrre valide e HR così che i cagliaritani si aggiudicavano
l’incotro per 19 a 7 al termine della settima ripresa per manifesta
superiorità.
Tigers devastanti in fase offensiva trascinati su entrambi i lati del
diamante dal solito Bonomo (6 su 10, 1 HR e 4 punti battuti a Casa con
9 assistenze)  a cui si aggiungono le scintillanti prestazioni del
veterano Pisu (4 su 6, 3 HR e 6 punti battuti a Casa con
un’assistenza) e del sorprendente rookie Carboni (6 su 10, 2 HR e 5
punti battuti a Casa con un’assistenza).
Patrini troppo incerti e sorpresi dal caldo con in evidenza il
veterano Virgili (6 su 8 con 4 assistenze) e il giovane Bossetti (3 su
8 e 4 punti battuti a Casa con 3 assistenze).
L’incontro è stato diretto dagli arbitri: Quisini, Frigeri, Casiraghi
e Foltran con Mariani nel ruolo di classificatore.
A Perugia, invece, I Thunder’s Five Milano difendevano la loro
leadership contro gli Umbira Redskins. Avvio scioccante dal piatto per
i giocatori di Manager Chiesa che calavano subito un Big-Inning da
cinque punti senza concedere nulla agli avversari ma incrementando il
loro score con un poker nell’alta della quarta ripresa. I giocatori di
Manager Mastrantonio si producevano in un abbozzo di risposta con un
tris calato nella bassa del terzo inning ma non riuscivano a
rintuzzare agli attacchi dei meneghini che continuavano a dilatare il
divario tra le due compagini fino a chiudere il game sul 13 a 5 al
termine della nona ripresa.
Tra le fila dei Thunder’s prestazione tipo, ovvero da assoluto
protagonista, per Casale (7 su 10 e 2 punti battuti a Casa con 15
assistenze) supportato da un agonisticamente ringiovanito Scali (9 su
10 e 3 punti battuti a Casa con un’assistenza) e un incoraggiante
Bassi (2 su 4 e un punto battuto a Casa).
Tra le fila Redskins prova ancora da leader per Oliveri (4 su 7 e un
punto battuto a Casa con 2 assistenze) ben supportato da Vintila (2 su
7 e 2 punti battuti a Casa con 4 assistenze). esordio per Abrhisc
Habte.
Il game è stato diretto dagli arbitri: Italiano, Bordi, Ricci e
Terracciano con Gasparini A. nel ruolo di classificatore.
Il programma della Domenica si apriva di nuovo sul diamante Pierpaolo
Vita di Firenze dove i padroni di Casa gigliati ospitavano gli
Staranzano B. X. C. . Avvio incoraggiante per i friulani con un punto
nell’alta del secondo inning ma la Fiorentina B. X. C. riproponeva la
strategia della partita del giorno precedente rendendo decisivi i due
punti messi a referto nella bassa della terza e il Big-Inning da
cinque punti nella bassa della quarta ripresa. Il resto dell’incontro
procedeva con i giocatori di Manager Moricci che incrementavano il
loro score fino a realizzare il poker di punti nella bassa del settimo
inning che faceva scattare la manifesta superiorità consegnando il
game per 13 a 3 a Capitan Musarella e compagni al termine della
medesima settima ripresa.
Per gli Staranzano B. X. C. altra partita difficile con pochi e
difficoltosi passi in avanti. A dare speranza ci pensavano Kakar (1 su
5 con 2 assistenze), Crescenzi (1 su 5 e un punto battuto a Casa) nel
ruolo di battitore designato e Rech (0 su 5 e un punto battuto a
Casa).
Per la Fiorentina B. X. C. prova da razzo imprendibile per Lazzarini
(9 su 9 e 3 punti battuti a Casa con 7 assistenze) questa volta
supportato anche in fase offensiva da Capitan Musarella (6 su 9 e 3
punti battuti a Casa con un’assistenza) e da una sorprendente Riggio
(5 su 8 e 4 punti battuti a Casa).
La partita è stata diretta dagli arbitri: Pasquali, D’Urso, Fabbri e
Luciani con Pieri nel ruolo di classificatore.
Di Nuovo in diamante anche I Patrini Malnate contro i Thurpos
Cagliari. Sardi incisivi in partenza con un tris calato nell’alta del
secondo inning ma bravi i varesini a tenersi in scia con un punto
segnato nella bassa di terza e quarta ripresa. L’incontro si
incendiava nel finale con i giocatori di Manager Calamida che
realizzavano prima un poker nell’alta del settimo inning al quale gli
avversari rispondevano con una segnatura nella parte bassa. Sempre più
devastanti e apparentemente i grado di fare proprio il game grazie ad
un Big-Inning nell’alta dell’ottava ripresa anche se I Patrini
rientravano in corsa con un poker nella bassa della  medesima. Punto
della sicurezza per i Thurpos nell’alta del nono inning che abbinato
ad una difesa attenta faceva terminare la partita a loro favore con 13
a 10 come risultato finale.
Thurpos dall’attacco sempre formidabile con almeno due valide
all’attivo per componente. del line-up A trascinare tutti la splendida
prestazione di Tocco (6 su 9, 4 HR e 10 punti battuti a Casa con 6
assistenze) ma molto bravi anche Spiga (4 su 9, 1 HR e un punto
battuto a Casa con 4 assistenze) e Giorgio Lai (5 su 8) nel ruolo di
battitore designato.
Prova opposta rispetto al Sabato per I Patrini che mostravano grinta
da vendere che rendeva felici tifosi e assistenti. In evidenza Virgili
(5 su 9 e 3 punti battuti a Casa con 10 assistenze), Burgio (3 su 9 e
5 punti battuti a Casa con 2 assistenze) e un super ritrovato
Marchetto (7 su 9, 1 HR e 2 punti battuti a Casa con 3 assistenze) al
suo primo HR stagionale.
L’incontro è stato diretto dagli arbitri: Fabretti, Frigeri, Casiraghi
e Quisini con Mariani nel ruolo di classificatore.
Doppio impegno anche per i Thunder’s in quel di Perugia. I meneghini
al completo affrontavano una Roma AllBlinds che a causa di una serie
di defezioni per vari motivi si ritrovava a schierare solo 4 giocatori
in diamante dunque in base all’articolo 5.01d RTI era attribbuito un
out per ogni turno di battuta del battitore mancante. La partita era
quindi a senso unico con i Thunder’s pronti in avvio a segnare subito
un poker di punti nell’alta del primo inning per incrementare a suon
di valide il punteggio fino ad arrivare a chiuder sul 14 a 0 al
termine della settima ripresa per manifesta superiorità.
I Thunder’s imponevano la loro legge grazie alla sempre più certezza
Casale (8 su 809 e 5 punti battuti a Casa con 8 assistenze) con a
supporto un ever green Cusati (5 su 8 e un punto battuto a Casa con 2
assistenze) e un produttivo Rosafio (4 su 7 e 3 punti battuti a Casa).
Difficile da valutare la prova della Roma AllBlinds ma comunque
applausi per Napoli (3 su 5 con 13 assistenze) e Capitan Somma (1 su 5
con 4 assistenze).
Il game è stato diretto dagli arbitri: Ricci, Terracciano, Italiano e
Bordi con Gasparini A. nel ruolo di classificatore.
In generale le sei partite disputate mostrano che Fiorentina B. X. C.
e Thurpos Cagliari possono ancora giocarsi qualche cange per il
passaggio alle final four, mentre si complica notevolmente il cammino
della Roma AllBlinds chiamata alla prova d’appello nel prossimo turno
contro la Leonessa B. X. C. il 9 Giugno. I Thunder’s Five Milano dal
canto loro procedono spediti senza intoppi facendo sempre più
affidamento al loro profondo roster che permette a Manager Chiesa di
gestire con attenzione le forze dei suoi giocatori. Il Campionato
entra dunque nel vivo e siamo sicuri che già da Domenica il quadro
sarà già più definito.