AIBXC2018, Roma All Blinds avanti col brivido. Esagerati Redskins!

Pubblicato il Mag 12 2018 - 8:07pm by Matteo Comi

Il primo Maggio si sa è una festa di valore assoluto nel bel paese adornata di cortei, manifestazioni e concerti. Il primo Maggio, tuttavia, per il Baseball ciechi, talvolta è sinonimo di prime volte spesso non banali. Questo Martedì di festa presentava due interessanti incontri non previsti in origine ma necessari in quanto fatti saltare dalla pioggia lo scorso 18 Marzo.

La giornata  in quel di Perugia sul diamante di Pian di Massiano si apriva con il confronto tra Roma AllBlinds e Fiorentina B. X. C. Per un incrocio sempre affascinante. I capitolini dovevano fare a meno delle battute precise di Daniela Pierri, mentre i gigliati erano al completo. La partita prometteva spettacolo data la presenza di Bassani da una parte opposto a Lazzarini e Comuniello, alcuni dei migliori difensori del campionato. Le difese erano, infatti, protagoniste nei primi due inning senza alcun punto segnato. I giocatori di Manager Corazza riuscivano a sbloccare la partita nell’alta della quinta ripresa con un poker di punti, perfezionando il bottino con un altra segnatura nell’alta della ripresa successiva. I giocatori di Manager Burci, tuttavia, non si davano per vinti e iniziavano a macinare punti a partire dalla bassa del quinto inning con due segnature alle quali si aggiungeva un altro punto nella bassa della sesta ripresa. Il game rimaneva vibrante fino alla fine con la Fiorentina B. X. C. Che metteva a referto un altro punto nella bassa dell’ottavo inning e con una difesa perfetta si giocava tutto nella bassa della nona ripresa. L’aggancio, tuttavia, falliva, perchè Napoli fermava una buona battuta  di Lazzarini realizzando un’ottima assistenza dall’esterno sinistro, chiudendo sul punteggio di 5 a 4 per la Roma AllBlinds l’incontro.

Per i capitolini sempre prestazione da trascinatore per il funambolo Bassani (3 su 8 e un punto battuto a Casa) con 15 assistenze ben supportato dalla garanzia Capitan Somma (3 su 8) con un’assistenza e il sempre più ritrovato Napoli (1 su 7 e un punto battuto a Casa) con 3 assistenze.

Per i gigliati i migliori sono stati Lazzarini (4 su 8 e un punto battuto a Casa) con 5 assistenze supportato dal sempre più fondamentale in fase offensiva Friday (4 su 7 e un punto battuto a Casa) con un’assistenza e Comuniello (2 su 7 e un punto battuto a Casa) con 8 assistenze.

Nel pomeriggio altra partita dal sapore di Amarcord tra Bologna White Sox CVinta e  Umbria Redskins con Pierini per la prima volta di fronte al suo recente passato con ben 8 anni passati alla corte felsinea. Game da ex anche per Quinci e Bottarelli. Per I Bologna White Sox CVinta c’erano due assenze importanti, ovvero quelle di Sahli e Berganti. Avvio di incontro, comunque, incoraggiante per i giocatori di Manager Matteucci che mettevano subito a referto due punti nell’alta del primo inning ma la risposta umbra era veemente con un poker nella bassa della prima e un Big-inning da cinque punti nella bassa della seconda ripresa. Timido tentativo felsinei di rialzare la testa nell’alta del terzo inning ma risposta dilagante dei giocatori di Manager Mastrantonio con un doppio Big-inning da cinque punti nella bassa di terza e quarta ripresa. I Bologna White Sox CVinta tentavano, dunque, di salvare la faccia con un punto nell’alta di quinto e sesto inning ma Capitan Reggi e compagni chiudevano i conti con un punto nella bassa della quinta e un tris nella bassa della sesta ripresa che fissavano il punteggio sul 23 a 6 per gli Umbria Redskins per manifesta superiorità abbinata ad impossibilità di rimonta.

Tra le fila dei Bologna White Sox CVinta gli ultimi ad arrendersi erano Veronese (3 su 6) con 4 assistenze, Mbengue (2 su 6 con 2 punti battuti a Casa),  Yemane (3 su 6 e un punto battuto a Casa) con un’assistenza e Fatty con 5 assistenze.

Tra le fila degli Umbria Redskins prove da trascinatori per Pierini (4 su 9 e 2 punti battuti a Casa) con 6 assistenze, Oliveri (8 su 10 con 4 punti battuti a Casa) con un’assistenza e Quinci perfetto al piatto (9 su 9 e 7 punti battuti a Casa) con 2 assistenze.

Entrambe le partite erano dirette dagli arbitri: Terracciano, Ricci, Luciani e Pasquali con Meli nel ruolo di scorer e Carlo Mogliani in addestramento.

Gli umbri e  Redskins sapevano cogliere a piene mani l’occasione presentatagli dal destino, ottenendo la loro prima vittoria e come dicevamo qualche riga sopra rendevano il primo Maggio di nuovo speciale proprio, come avevano fatto i Lampi Milano cinque anni prima quando al Kennedy ottenevano la loro prima affermazione in un Derby con Oliveri a siglare l’1 a 0 ai danni dei Th’under’s Five Milano.

Prossimo turno già alle porte con ben cinque partite tra Brescia, Perugia, Staranzano e Firenze. Molte squadre in diamante e molti verdetti in arrivo.