AIBXC2018, le squadre di Cagliari sorprendono il campionato

Pubblicato il Mag 4 2018 - 3:24pm by Matteo Comi

Turno intrigante e scoppiettante per il XXII Campionato di Baseball
ciechi tra fughe in vetta, esordi stagionali e risposte mancate.
Attenzione rivolta al bliz delle squadre cagliaritane decise a stupire
e a scardinare le gerarchie.
I primi a scendere in diamante erano Sabato alle 12:30 in quel
dell’Acquacetosa di Roma i Tigers Cagliari opposti alla Roma
AllBlinds. I giocatori di Manager Gallus andavano in vantaggio
nell’alta del secondo inning ma i capitolini rispondevano,
immediatamente con due punti nella bassa della prima ripresa e
un’altra segnatura nella bassa della seconda ripresa, incrementando
poi il vantaggio con un altro punto nella bassa della successiva. Il
game era, successivamente, indirizzato definitivamente, da Capitan
Somma e compagni con un Big-inning da cinque punti nella bassa del
quinto inning, serrando, dunque, le fila in difesa, così da ottenere
la vittoria per 9 a 1 per impossibilità di rimonta dopo 8 riprese.
Per i Tigers Cagliari i migliori erano L’esordiente Bonomo (2 su 6) e
il formidabile Scalas (2 su 6) con 11 assistenze.
Per la Roma AllBlinds almeno 3 valide per ogni componente del line-up
con i migliori Checchi (4 su 8), Bassani (3 su 7 e 3 punti battuti a
Casa) con 9 assistenze e il sorprendente Leonardo (3 su 7 e 2 punti
battuti a Casa).
L’incontro è stato diretto dagli arbitri: Terracciano, Frioni,
Italiano e Negro con Deplano nel ruolo di classificatrice.
Alle 14:00 sul diamante Chia di Bergamo, invece, i Thurpos Cagliari
erano opposti ai blasonati Thunder’s Five Milano. I giocatori di
Manager Ciccone erano alla loro seconda partita stagionale, dopo la
prima contro I Patrini Malnate, mentre i meneghini erano ancora alla
ricerca della loro prima vittoria del 2018 dopo aver segnato il passo
contro la Leonessa B. X. C. il 25 Aprile. Avvio produttivo al piatto
per i Thurpos i quali mettevano a referto un punto nell’alta del
secondo e un poker nell’alta del terzo inning ma i giocatori di
Manager Scaletti non si abbattevano e riuscivano ad insidiare gli
avversari con due punti nella bassa di terza e quarta ripresa. Dal
sesto inning, tuttavia, i cagliaritani macinavano con costanza un
punto a ripresa con i milanesi che rispondevano con una segnatura
nella bassa del settimo, così che il game si concludeva con il
punteggio finale di 9 a 5 per i Thurpos Cagliari al termine della nona
ripresa.
Tra le fila dei Thurpos 19 le valide con sugli scudi Pisu (7 su 9 e 4
punti battuti a Casa) con 2 assistenze, Tocco (5 su 9 e 3 punti
battuti a Casa) con 4 assistenze e Serra (4 su 9 e un punto battuto a
Casa) con un’assistenza.
Tra le fila dei Thunder’s 16 le valide. In evidenza i veterani Nesossi
(4 su 7, 1 HR e 3 punti battuti a Casa) di nuovo determinante in
attacco ma anche in difesa con 7 assistenze, Scali (4 su 8) con 4
assistenze, Cusati (4 su 7 e 2 punti battuti a Casa) con 3 assistenze
e Capitan Dragotto (3 su 8). In generale meglio l’andamento offensivo
dei meneghini ma ancora da sistemare la fase difensiva.
La partita è stata diretta dagli arbitri: Casiraghi, Frabetti, Fior e
Quisini con Mariani nel ruolo di classificatore.
Il programma della Domenica si apriva sempre a Bergamo alle 13:00 con
il confronto tra Thurpos Cagliari e Lampi Milano anticipato di un’ora
a causa del meteo incerto. Un diamante Chia abbastanza ventoso
accoglieva i Thurpos ancora festanti per la bella vittoria del giorno
precedente. Partita abbastanza bloccata in avvio con difese brave a
contenere gli attacchi ma difficoltà in particolare per i meneghini i
quali non apparivano molto in forma in fase offensiva con anche un
paio di errori nell’aggiramento della prima per Vasquez e Comi
condizionati dal forte vento. I Thurpos sbloccavano il punteggio
nell’alta del terzo inning, mentre i Lampi pareggiavano e sorpassavano
gli avversari nella bassa della terza, perfezionando, quindi, il
punteggio con il 3 a 1 parziale segnato da Capitan Scarso su
interferenza difensiva dei giocatori di Manager Ciccone su battuta di
Vasquez. Nel sesto inning i Thurpos provavano ad accorciare nell’alta
con un punto, mentre Comi provava a ristabilire le distanze nella
bassa della medesima ripresa. Altro punto per gli isolani nell’alta
del settimo inning ad accorciare ma tutto si decideva nell’alta della
nona ripresa. Pisu arrivava salvo in seconda base ed era spostato in
terza da Tocco che a sua volta arrivava salvo riempiendo le basi. Con
situazione di basi cariche e 0 out andava, dunque, a battere
l’esordiente Stara con i Lampi che, considerando la non brillante
giornata al piatto, si disponevano con una difesa molto alta, tentando
il tutto per tutto. La pallina di Stara arrivava allora in territorio
buono verso l’esterno destro, dove Comi la raccoglieva realizzando il
triplo gioco che consegnava la vittoria per 4 a 3 ai Lampi Milano.
Prova ancora positiva per i Thurpos Cagliari che realizzavano 10
valide in particolare per il rapido Spiga (3 su 7 e un punto battuto a
Casa) autore di ben 8 assistenze, Pisu (2 7 e 2 punti battuti a Casa)
determinante in fase offensiva, come già il giorno prima e Tocco (5 su
7) con due assistenze, leader carismatico di questa compagine.
Dall’analisi di quanto fatto dai Lampi Milano, invece, emerge
una fase offensiva da registrare con lo stesso numero di valide degli
avversari ma meglio sfruttate e distribbuite con almeno una per ogni
componente del line-up. In evidenza Capitan Scarso (3 su 7 e un punto
battuto a Casa) sempre produttivo nel ruolo di battitore designato,
Dieng (3 su 7 e un punto battuto a Casa) con 5 assistenze in ripresa
ma non ancora ai suoi livelli e Vasquez (2 su 7 e 2 punti battuti a
Casa) con 5 assistenze di nuovo specialista nelle velenose). Meglio in
fase difensiva che offensiva Allegretta (1 su 8) con 6 assistenze e
Comi (1 su 7) con 7 assistenze.
L’incontro è stato ben diretto dagli arbitri: Casiraghi, Turgot, Fior
e Frigeri con Mariani nel ruolo di classificatore.
La lunga giornata di Baseball A. I. B. X. C. si completava con il
confronto tra Bologna White Sox CVinta e Tigers Cagliari al Play-ball
alle 13:30 sempre sul rumoroso diamante dell’acquacetosa. I felsinei,
decisi a riscattare le “sberle” rimediate contro i Lampi Milano la
settimana prima, partivano con piglio deciso mettendo a referto un
poker nell’alta del secondo inning, senza apparire condizionati
dall’importante assenza di Berganti. Gli isolani dal canto loro non si
scomponevano e segnavano un punto nella bassa della prima, dimezzando
poi lo svantaggio al termine della bassa della quarta ripresa. Il
poderoso attacco dei Bologna White Sox CVinta semprava, tuttavia,
sempre più incepparsi col procedere del game, così che  i Tigers
agganciavano gli avversari con due punti nella bassa del quinto
inning, doppiandoli poi con un poker nella bassa della sesta ripresa.
La marcia dei giocatori di Manager Gallus proseguiva con un punto
nella bassa del settimo inning, concedendo, quindi, un solo punto agli
avversari nell’alta dell’ottava ripresa. La difesa dei cagliaritani
chiudeva, dunque, ogni varco, fissando il risultato sul 9 a 5 per i
Tigers dopo nove inning, senza la necessità di giocare la bassa della
nona ripresa.
Per i Bologna White Sox CVinta ottima prestazione del rientrante dalla
squalifica Sahli (7 su 9 e un punto battuto a Casa) con ben 9
assistenze ben supportato da Veronese (3 su 9 e un punto battuto a
Casa) e D’Angelillo (2 su 4 e un punto battuto a Casa).
Per i Tigers Cagliari prova da assoluto protagonista per Scalas (6 su
8 e un punto battuto a Casa) leader assoluto in difesa con 9
assistenze. In evidenza anche l’esordiente Bonomo (4 su 8 e un punto
battuto a Casa) con un’assistenza, Capitan Zucca (3 su 6 e 3 punti
battuti a Casa) e Pretta (1 su 3 e 2 punti battuti a Casa).
La partita è stata diretta dagli arbitri: Terracciano, Italiano, Ricci
e Negro con Brasili in fase di addestramento e Deplano come
classificatrice.
Le considerazioni che derivano da questi incontri sono molteplici.
Roma AllBlinds e Lampi Milano appaiono, come formazioni dotate di
importanti difese anche se con caratteristiche differenti: più
imperniata su Bassani quella dei capitolini, mentre più corale quella
dei meneghini. Il potenziale offensivo dei giocatori di Manager
Corazza appare migliore e più rodato, mentre quello dei giocatori di
Manager Molon va implementato. Le due squadre cagliaritane sembrano
giovare dalla loro rivalità interisolana mostrando entrambe fasi
offensive competitive e difese in miglioramento rispetto agli anni
passati. Thunder’s Five Milano e Bologna White Sox CVinta sembrano
attraversare dei periodi di appannamento, i milanesi in seguito al
ricambio a livello di giocatori, mentre i felsinei a causa
dell’impossibilità di allenarsi con continuità.
Il prossimo turno si giocherà il primo di Maggio e nel giorno della
festa dei lavoratori si recupereranno due partite tra quelle saltate
il 18 Marzo in occasione della prima giornata di Campionato. Sul
diamante di Perugia si confronteranno a partire dalle 11:00 Roma
AllBlinds e Fiorentina B. X. C. per poi lasciare spazio al game
traBologna White Sox CVinta e Umbria Redskins, tutte squadre con
obbiettivi ben precisi da perseguire, dunque, lo spettacolo sarà
assicurato.