AIBXC2017, al Patrini il Torneo Fiammella

Pubblicato il Ott 15 2017 - 11:39am by Matteo Comi
Settembre è un mese fitto di impegni per il Baseball ciechi. Ai tradizionali HR Derby, All-Star-Game e Coppa Italia quest’anno si sono affiancati la prima edizione della Coppa dell’Anatra e lo scorso 30 Settembre la prima edizione del Torneo Fiammella. Il logo di questa competizione è stato creato dal designer Joe Paletta. Esso riassume e spiega e riassume il significato del nome Torneo Fiammella, cioè il connubio tra la fiamma simbolo dei BlueFire C. U. S. Brescia e Mella il fiume della città lombarda.
Al torneo prendevano parte le quattro squadre lombarde: Thunder’s Five Milano, Lampi Milano, Patrini Malnate e i padroni di casa dei BlueFire C. U. S. Brescia. La formula consisteva in un girone all’italiana con partite di sola andata sulla distanza di tre riprese o un’ora.
L’intensa giornata presso il diamante di VIa Branze incominciava con il confronto tra i BlueFire C. U. S. Brescia e i Thundr’s Five Milano. La squadra di Manager Brivio si imponeva per 5 a 0 costruendo il suo successo sulle 11 valide realizzate contro le 4 degli avversari e una pimpante difesa.
La giornata proseguiva con il classico Derby meneghino tra Thunder’s Five Milano e Lampi Milano. I giocatori di Manager Giovinetti andavano in vantaggio per 2 a 0 ma erano raggiunti dagli avversari già nella bassa del primo inning con addirittura il sorpasso firmato dal Rouky Casadei. I giocatori di Manager Molon chiudevano poi ogni varco e incrementavano di una lunghezza con Allegretta che fissava il punteggio sul 4 a 2 per i Lampi Milano.
I meneghini trionfatori del Derby rimanevano, quindi, in diamante per affrontare I Patrini Malnate. Buon avvio per Capitan Scarso e compagni che andavano in vantaggio grazie ad Allegretta il quale poi si mangiava con un out a Casa il punto del raddoppio. I varesini sembravano non essere molto concentrati senza segnare alcun punto nella parte bassa dei primi due inning ma nella bassa della terza ripresa offrivano una reazione da campioni assoluti e sfruttando anche una serie di pessimi interventi difensivi dei Lampi sui due out erano in grado di raggiungere il pareggio e dilagare imponendosi per 4 a 1 sugli avversari.
Il pomeriggio si apriva con il confronto tra I Patrini Malnate e i BlueFire C. U. S. Brescia. I giocatori di Manager Chiesa strapazzavano gli avversari con un netto 10 a 0 che consegnava, sostanzialmente, loro il torneo.
Nel successivo game rimanevano in diamante i BleFire C. U. S. Brescia contro i Lampi Milano. I giocatori di Manager Molon si imponevano non senza fatica sui bresciani per 2 a 1 frutto di un HR da due punti realizzato da Dieng con Allegretta in seconda base al quale Ghulam rispondeva con HR a sua volta. Vittoria dei Lampi favorita anche da qualche interferenza offensiva di troppo dei padroni di casa apparsi poco precisi nell’arrivo in seconda base.
Nell’ultima partita di giornata I Patrini Malnate si confrontavano con i Thunder’s Five Milano. Un incontro, apparentemente, inutile e scontato che, invece, è risultato molto interessante. I milanesi, infatti, riuscivano ad imporre il pareggio per 1 a 1 ai Campioni d’Italia e Coppa Italia, ritagliandosi sempre più il ruolo di osso duro per i varesini che già erano stati in grado di battere per 4 a 3 nella regular season.
La classifica finale recitava, dunque, I Patrini Malnate 5, Lampi Milano 4, BlueFire C. U. S. Brescia 2 e Thunder’s Five Milano 1 consegnando la vittoria della rima edizione del torneo Fiammella proprio ai varesini.
Al termine delle partite bella e simpatica cerimonia di premiazione delle squadre ma anche di Gaetano Casale come M- V. P. Maschio e Arjola Dedaj come M. V. P. Donna.
Ottima l’organizzazione dei BlueFire C. U. S. Brescia che ha fatto si che il torneo si svolgesse in modo impeccabile. Principali artefici di questa manifestazione sono stati Capitan Ghulam, Barbara Menoni, Eugenio Brivio e Fiorenza Biacca insieme a tutto lo staff della squadra bresciana.