AIBX2014, l’intergirone volge al termine tra una pioggia di HR!

Pubblicato il Giu 12 2014 - 11:58am by Matteo Comi

” Tu pensa se non avessimo preso quei due schiaffi a Bovisio”. Questo sarà stato il Marzi pensiero al termine delle pirotecniche partite dello scorso Sabato in quel di Cagliari. L’ultimo fine settimana di regular season si è, infatti, giocato sull’asse Cagliari-Sasso Marconi con ben cinque games suddivisi tra il pomeriggio di Sabato e la giornata di Domenica. Incontri molto spettacolari farciti di HR e manifeste superiorità che hanno portato a definire gli ultimi dettagli per quanto riguarda le classifiche dei gironi del campionato 2014 di Baseball per ciechi.

Danze sportive aperte nel capoluogo sardo, dunque, Sabato pomeriggio con i padroni di casa che nella prima partita affrontavano i White Sox Bologna costretti a vincere per sperare ancora di strappare il primo posto alla Fiorentina B. X. C. nel girone Est. Propositi subito messi in pratica dai felsinei con un tris nel loro primo inning d’attacco e un Big-Inning da 5 punti nella successiva seconda ripresa. Timida risposta dei giocatori di Mr Marzi i quali rispondevano con due punti a referto nel loro primo inning offensivo e un altra segnatura nella ripresa successiva, lasciando a secco gli avversari nel terzo e quarto inning per completare, quindi, l’aggancio grazie ad un Big-Inning da cinque punti nella loro quarta ripresa d’attacco. Il game si faceva allora più tirato con continui sorpassi e controsorpassi con Capitan Berganti e compagni che segnavano un punto nella parte alta del quinto inning ma erano di nuovo raggiunti e superati dagli isolani grazie ai due punti siglati nella parte bassa della quinta ripresa. Ennesimo tentativo di fuga dei White Sox Bologna nella parte alta del sesto inning con un tris che profumava di sicurezza grazie anche alla difesa che concedeva una sola segnatura nella bassa della sesta ripresa. Capitan Antonello Lai e compagni tentavano, dunque, il tutto per tutto mantenendo a secco i felsinei nella parte alta del settimo inning per poi piazzare l’HR decisivo da due punti che voleva dire controsorpasso e vittoria per i cagliaritani che si imponevano con il punteggio di 13 a 12 finale. Per i White Sox Bologna, privi del fuoricampista Sahli e di Giovanni Lo Monaco, prestazione d’applausi a scena a perta per Capitan Berganti (5 su 7, 4 HR e 10 punti battuti a casa) ben assistito da Pierini (6 su 7) e Di Flaviano (2 su 7, un HR e 2 punti battuti a Casa). Berganti e Veronese bravi anche a non farsi risucchiare dalle opache prestazioni delle difese di questa giornata. Cagliaritani molto performanti in battuta con almeno una valida a testa. Tra i migliori si segnalano la coppia di fuoricampisti ufficiali del line-up Dagne (4 su 7, 4 HR e 6 punti battuti a Casa) e Antonello Lai (7 su 7, 4 HR e 4 punti battuti a Casa) autori di un poker di HR a testa. Ottimo lavoro di riempimento basi e finalizzazione anche per Spiga (3 su 8 e 3 punti battuti a Casa), Pinna (6 su 8), Pretta (2 su 5) e Pisu (1 su 2) entrato dalla panchina.

Lo spettacolo proseguiva poi con i Tigers che affrontavano la CVinta Ravenna. Partenza decisa per i giocatori di Mr Marzi con un poker nel primo inning e un’altro punto a segno nella successiva seconda ripresa d’attacco. Capitan Ferrigno e compagni abbozzavano una timida risposta nel loro secondo inning offensivo con un punto a referto ma concedevano rispettivamente due punti e un Big-Inning di cinque punti agli avversari nelle successive terza e quarta ripresa. L’incontro sembrava ormai destinato ad una manifesta certa dopo i due punti, uno per inning, messi a segno dai giocatori di Mr Matteucci nella terza e quarta ripresa. Gli ulteriori due punti siglati dagli isolani nella parte alta del quinto inning, infatti, avevano il sapore dei titoli di coda ma i Giallo-Rosso-Neri avevano uno scatto d’orgoglio e riuscivano a prodursi in ciò che non ti aspetti, cioè un super Big-Inning da 7 punti che li riportava in partita nella parte bassa della quinta ripresa. Capitan Lai e compagni riprendevano subito a martellare dal piatto con un altro Big-Inning da cinque punti nell’alta del sesto inning ma un tris degli avversari portava l’incontro alla settima ripresa nella quale i Tigers erano in grado di calare a loro volta una tripletta nel loro turno offensivo che portava il punteggio sul 22 a 13 facendo scattare l’impossibilità di rimonta. Altra prestazione scintillante per i battitori cagliaritani con prova strabigliante di Pisu (7 su 9, 5 HR e 10 punti battuti a Casa) perfettamente sostenuto dal solito Dagne (7 su 9, 2 HR e 5 punti battuti a Casa) il quale vola in doppia cifra con 12 HR nella classifica dei fuoricampo con ben 3 lunghezze sull’assente Sahli e Spiga (7 su 9, 2 HR e 5 punti battuti a Casa). Al festival degli HR partecipava anche Pinna (3 su 3, un HR e un punto battuto a Casa) subentrato a partita in corso. Tra le fila della CVinta non sono mancati, ovviamente, gli HR con in evidenza Iorio (4 su 7, 3 HR e 6 punti battuti a Casa), Mancinone (5 su 6, 2 HR e 2 punti battuti a Casa), Lazzarini (4 su 7, un HR e 3 punti battuti a Casa) e l’immancabile Capitan Ferrigno (1 su 7, un HR e 2 punti battuti a Casa). Nota positiva per il giovane Ciani (4 su 4) autore di una concreta prova al piatto.

Le partite sono state ben dirette dagli arbitri: Casiraghi, Italiano, Menicucci e Terracciano con Deplano nel ruolo di classificatrice.

Nel corso degli incontri i volontari di Action Aid hanno dato vita ad una pacifica manifestazione distribbuendo, inoltre, cappellini ai giocatori i quali li hanno indossati durante le loro prestazioni sul campo.

I risultati del Sabato spegnevano così le residue speranze bolognesi di agguantare il primo posto nel girone Est, confermavano le potenziali doti di una CVinta Ravenna in fase di ristrutturazione e facevano rammaricare i Tigers che senza il doppio blackout dello scorso 30 Marzo contro i Lampi Milano avrebbero potuto ambire sicuramente ad un posto tra le quattro semifinaliste del torneo.

Le notizie provenienti da Cagliari davano, dunque, alle partite dell’indomani mattina il sapore di amichevoli di lusso e fornivano agli allenatori la possibilità di fare esperimenti o dare spazio a chi aveva totalizzato meno inning nelle mazze quest’anno.

Ad aprire il programma di incontri sul diamante Valmarana di Sasso Marconi erano i Thunder’s Five Milano schierati con i futuri giocatori che andranno a costituire i Blu fire Brescia con Ghulam nel ruolo di punto di riferimento opposti alla Roma AllBlinds alla ricerca di qualche risultato di prestigio per risollevare una stagione dalla quale si sarebbero aspettati di occupare posizioni più nobili in classifica. Partita totalmente dominata dai capitolini i quali partivano con due punti a referto nel primo inning e un altro nella seconda ripresa, senza trovare alcuna risposta dei milanesi. Capitan Somma e compagni davano, dunque, un netto segnale al game con un Big-Inning da cinque punti nel loro terzo inning d’attacco al quale aggiungevano altri due punti nella successiva quarta ripresa. I giocatori di di Mr Rossi non riuscivano di nuovo ad abbozzare una reazione, così che i Giallo-Rossi di Mr Corazza e Mastrantonio chiudevano la pratica con un tris nella parte alta del quinto inning limitandosi poi a controllare difensivamente gli avversari in modo da fare scattare l’impossibilità di rimonta al termine della quinta ripresa con il risultato di 13 a 0 per la Roma AllBlinds finale. Per i romani ottime prove per Daniela Pierri (6 su 6 e 4 punti battuti a Casa) e Bernardini (5 su 7 e 3 punti battuti a Casa). Prestazione buona anche per Federico Bassani (2 su 2, un HR e 3 punti battuti a Casa) costretto, tuttavia, ad uscire per un infortunio ma perfettamente sostituito da un pimpante Capitan Somma (3 su 5, un HR e 2 punti battuti a Casa). Da segnalare un’altra positiva prestazione di Emanuele Mormino (1 su 5 e un punto battuto a Casa) sempre più a suo agio tra erba e terra rossa. Per i meneghini game positivi per il veterano Ghulam (4 su 4) e per il giovane Asghar (2 su 4), una coppia pachistana sulla quale Mr Brivio siamo sicuri punterà forte nella prossima avventura bresciana.

La giornata proseguiva, dunque, con l’incontro tra i Patrini Malnate e la Roma AllBlinds sotto un clima sempre più torrido. Partenza decisa per i giocatori di Mr Chiesa che siglavano due punti nel primo e secondo inning e poi contenevano il ritorno capitolino concedendo solo tre punti agli avversari nella loro prima ripresa d’attacco. Terzo Inning a secco di punti per i varesini i quali, tuttavia, riuscivano a mettere a referto un ulteriore punto nella quarta ripresa. Capitan Somma e compagni decidevano, dunque, che era ora di dare lo strappo decisivo alla partita piazzando un Big-Inning da cinque punti nel loro terzo inning offensivo al quale facevano seguire un altro poker di punti nella successiva quarta ripresa.Giallo-Rossi padroni assoluti del diamante con un’attenta difesa che chiudeva ogni varco a Capitan Marchetto e compagni nella parte alta del quinto inning, così da permettere ai battitori di segnare quel punto che faceva scattare l’impossibilità di rimonta al termine della quinta ripresa per un 13 a 5 Roma AllBlinds finale. Tra i giocatori di Mr Chiesa spiccano le prestazioni del solito martello Capitan Marchetto (5 su 5, 2 HR e 2 punti battuti a Casa) affiancato da un sempre più decisivo Moreschi (2 su 4 e un punto battuto a Casa) nel ruolo di battitore designato e da Marco Case (2 su 5) al rientro dopo un lieve trauma contusivo alla mano destra. Altra prestazione di alto profilo per il line-up della Roma AllBlinds dove spiccano il solito trascinatore Capitan Somma (5 su 7, 2 HR e 7 punti battuti a Casa), Daniela Pierri (5 su 7 e 2 punti battuti a Casa) autrice di buone giocate anche in fase difensiva, Matteo Salandri (4 su 7 e un punto battuto a Casa) e Bernardini (3 su 6 e un punto battuto a Casa) nel ruolo di battitore designato.

Il fine settimana di Baseball per ciechi e la fase di intergirone di questo Campionato si concludevano con l’incontro tra la Fiorentina B. X. C. già sicura del primato nel girone Est e I Patrini Malnate. Per l’occasione Mr Ranieri eleggeva Danilo Musarella “beato tra le donne” inserendolo, come Lead-of in una formazione per il resto composta da quote rosa. Gigliati in versione soft al play-ball con un punto segnato nel loro secondo inning d’attacco ma subito ripresi e sorpassati dai varesini che siglavano, subito due punti nella loro prima ripresa offensiva. Altro punto per Capitan Dalò e compagni nel terzo inning d’attacco ma poi il game passava in mano ai Patrini che dopo aver stretto le maglie difensive nela quarta ripresa gigliata si scatenavano con un punto nel loro terzo inning d’attacco e calavano un tris nella quarta ripresa. I giocatori di Mr Chiesa si dimostravano, quindi, ottimi nella gestione dell’incontro, resistendo prima agli assalti degli avversari nella parte alta del quinto inning per poi realizzare il poker di punti che faceva scattare la manifesta superiorità al termine della quinta ripresa, fissando il risultato sul 10 a 2 finale a favore di Capitan Marchetto e compagni. Per la Fiorentina B. X. C. note positive dal cavaliere di giornata Danilo Musarella (2 su 5), dalla potente Vanessa Cascio (2 su 4 e 2 punti battuti a Casa) e da una ritrovata Giusi Parisi (1 su 4) autrice di una battuta ai limiti dell’HR a dimostrazione di quante alternative possa disporre Mr Ranieri. Sul fronte Patrini scontato sottolineare per l’ennesima volta la prestazione perfetta di Capitan Marchetto (7 su 7, un HR e 3 punti battuti a Casa) ma meglio insistere sulla buona prova complessiva della squadra alla quale hanno dato contributi importanti Stigliano (1 su 6 e 3 punti battuti a Casa), un attento Marco Case (3 su 6), un ritrovato Lorenzo Bossetti (4 su 6) e un sempre più scatenato Moreschi (2 su 6 e 3 punti battuti a Casa) schierato anche in fase difensiva.

Le partite sono state dirette, senza intoppi dagli arbitri Amurri, Lercker, Cristin, Domenicucci e Luciani con Alessandro Meli nel ruolo di Classificatore.

Le classifiche finali di questa prima fase di stagione recitano, dunque, Thunder’s Five Milano primi ad Ovest seguiti dai Lampi Milano, mentre ad Est la Fiorentina B. X. C. precede i White Sox di Bologna.

I prossimi 21 e 22 Giugno il diamante Leoni di Casteldebole sarà l’arena nella quale si scontreranno le quattro semifinaliste. Sabato 21 Giugno daranno il via alle “ostilità sportive” i Thunder’s Five Milano opposti ai White Sox Bologna, mentre la mattina di Domenica 22 Giugno sarà la volta della Fiorentina B. X. C. contrapposta ai Campioni in carica dei Lampi Milano.

Foto del fotografo di redazione Lauro Bassani/PhotoBass.eu