AIBX2014, i Thunder’s completano il girone. Rilancio dei Tigers verso i playoff

Pubblicato il Mag 15 2014 - 5:54pm by Matteo Comi

Consolidamento della leadership con debutto di un giocatore a occidente, mentre risposta per mantenere accesa la corsa alle semi-finali a oriente. Questi sono i temi principali che hanno caratterizzato il nuovo turno del XVIII Campionato di baseball per ciechi suddiviso tra Sabato e Domenica scorsi. A Malnate, infatti, Sabato si è tenuto il doppio confronto tra Thunder’s Five Milano e I Patrini Malnate che ha completato la serie di incontri del girone ovest, mentre sul diamante dell’Aquacetosa a Roma sono andati in scena Domenica altri due atti della fase di intergirone con Tigers Cagliari, Roma AllBlinds e Fiorentina B. X. C. protagonisti.

Un Gurian dal terreno come sempre ben curato e rinnovato con l’inaugurazione di tribunette, bar e spogliatoi accoglieva, dunque, Sabato mattina i vicecampioni d’Italia decisi a rafforzare il loro primato in vetta alla classifica.

Nella prima partita avvio deciso dell’armata Rossi che metteva a segno un tris nel primo inning, senza poi incrementare il vantaggio nella successiva seconda ripresa. Nessun punto segnato, invece, per i Patrini nei loro primi inning offensivi ma buone giocate difensive che permettevano ai Thunder’s di mettere a referto solo un altro punto nella loro quarta ripresa d’attacco. I giocatori di Mr Rossi dal loro canto si dimostravano molto ordinati e ancora imperforabili, cosi da non permettere nulla agli avversari nel terzo e quarto inning varesino per poi incrementare ancora di un’unità il loro vantaggio nella parte alta della quinta ripresa. Le difese avevano, poi, la meglio sugli attacchi fino alla parte alta del settimo inning nel quale Capitan Cusati e compagni siglavano un altro punto e amministrando, quindi, il risultato nella parte bassa della settima ripresa fissavano il punteggio sul 6 a 0 finale. Per i milanesi 14 valide equamente distribbuite tra i componenti del line-up con sempre Fabio Scali (4 su 7 e un punto battuto a Casa) martellante dal box ben assistito da Cristiano Tedoldi (3 su 7 e un punto battuto a Casa) e un regolare Nesossi (3 su 4 e 2 punti battuti a Casa). Buona la prova di Asghar (1 su 2 e un punto battuto a Casa) che nel ruolo di battitore designato ha realizzato una valida e battuto un punto a Casa anche se deve migliorare la corsa. Da segnalare anche l’esordio tra i Rosso-Neri di Omar Asli da Fez con la consueta dose di emozione ma la sicurezza arriverà con le prossime partite. I Patrini hanno dovuto fare i conti con una difesa meneghina molto ben registrata ma comunque tra i giocatori di Mr Chiesa spiccano le prove di Armando Virgili (2 su 5) efficace in entrambe le fasi e Marco Case (1 su 5) meglio nella fase difensiva. Festa, comunque, tra i Patrini Malnate per i 23 anni di Lorenzo Bossetti (2 su 5) che si è regalato due belle battute valide.

Nel secondo game partenza sulla falsa riga dell’incontro precedente con i giocatori di Mr Chiesa che non riuscivano a scardinare il muro difensivo meneghino rimanendo a secco di punti nei loro primi due inning offensivi. I Thunder’s, invece, indirizzavano subito la partita con un big-inning da cinque punti nella prima ripresa e altri tre punti in quella successiva. Nulla da fare ancora per i varesini nel terzo e quarto inning offensivo i quali concedevano, poi, un altro tris a Capitan Cusati e compagni nella terza ripresa d’attacco milanese. Sussulto d’orgoglio per i Patrini nella parte alta del quinto inning con tre punti a referto propiziati dall’ingresso di Capitan Gaetano Marchetto il quale a causa di impegni non aveva potuto prendere parte al game precedente. Tutto questo non impediva, tuttavia ai Thunder’s Five di chiudere la partita per manifesta superiorità con il risultato di 11 a 3 finale. Per i Patrini 6 valide, segnalando la migliore prestazione rispetto alla partita precedente di Marco Case in Battuta (2 su 4 e un punto battuto a Casa), l’ottimo impatto offensivo di Capitan Marchetto (2 su 2 e un punto battuto a Casa) e la prova in ripresa di Moreschi (1 su 2 e un punto battuto a Casa) il quale non si lasciava intimorire dai formidabili avversari. In fase difensiva si segnala la bella partita di Armando Virgili. Tra i Thunder’s partita finalmente ai suoi livelli per Ghulam (4 su 5, un HR e 5 punti battuti a Casa) che mette a segno il suo primo HR stagionale ottimamente spalleggiato da Nesossi (3 su 5) che nel ruolo di lead-off sostituiva egregiamente Fabio Scali, Arjola Dedaj (2 su 4 e 3 punti battuti a Casa) produttiva nel ruolo di battitore designato, Cristiano Tedoldi (2 su 4 e un punto battuto a Casa) autore di battute al limite dell’HR e l’inossidabile Capitan Cusati (3 su 4 e 2 punti battuti a Casa) il quale si è prodotto in arrivi in base in scivolata dall’elevato coefficente di spettacolarità. Prosegue positivamente l’apprendistato per Asghar (1 su 1) e Asli.

Partite ben dirette dagli arbitri: Casiraghi, Giovinetti, Quisini e Ciceri con l’aiuto di Valeria Turolla che ha sostituito la prima base guasta. Igame sono stati classificati da Lucio Di Fonzo.

La corsa alle semi-finali proseguiva, invece, Domenica mattina sul diamante dell’Acquacetosa che ha ospitato altri due incontri dell’intergirone con sorprese, esordi e conferme.

La prima partita aveva, come attori i Tigers Cagliari, vogliosi di rispondere a quanto fatto dai Lampi Milano la scorsa settimana, oposti alla Roma AllBlinds alla ricerca di una vittoria che potesse dare autostima e li rilanciasse verso la missione quasi impossibile di qualificarsi al turno successivo. Partenza decisa e autoritaria per i tigrotti di Mr Marzi che mettevano a segno un Big-inning da cinque punti nel loro primo inning d’attacco, senza, tuttavia, incrementare il vantaggio nella seconda ripresa. Risposta immediata per i giocatori di Mr Corazza e Mr Mastrangelo che siglavano un punto nel loro primo inning offensivo e altri due nella seconda ripresa. battitori cagliaritani di nuovo scatenati nel terzo inning con un punto all’attivo e un altro tris di segnature nella successiva quarta ripresa. I capitolini sembravano accusare il colpo e non erano in grado di controbattere nel loro terzo e quarto inning d’attacco con il game che proseguiva senza sussulti anche per tutta la quinta ripresa. Altro punto a referto per gli isolani nella parte alta del sesto inning al quale i Giallo-Rossi rispondevano con due punti nella parte bassa della sesta ripresa. I tigers, quindi, non mettevano a referto altri punti nella parte alta del settimo inning e serravano le maglie della difesa nella parte bassa della settima ripresa, così da fissare sul 10 a 5 il risultato. Battitori scatenati per il Cagliari con ottime prove per Pinna (7 su 9 e 2 punti battuti a Casa), Dagne (7 su 8), Antonello Lai (4 su 8 e 3 punti battuti a Casa) e Pisu (4 su 8 e 4 punti battuti a Casa). Per i capitolini i migliori sono stati Daniela Pierri (4 su 6 e un punto battuto a Casa), Matteo Salandri (3 su 6 e un punto battuto a Casa) e Federico Bassani (4 su 6 e un punto battuto a Casa). Da segnalare, inoltre, l’esordio tra le fila della Roma AllBLINDS di Emanuele Mormino nel ruolo di battitore designato (1 su 4) il quale ha suggellato la sua prestazione con la sua prima battuta valida.

Nel secondo game in diamante Fiorentina B. X. C. e Tigers Cagliari con i gigliati che incominciavano da subito a macinare punti mettendone a segno due nel primo inning e un altro nella successiva loro seconda ripresa d’attacco. La risposta cagliaritana era immediata con un secco poker nel primo inning che aveva il merito di svegliare la difesa di Mr Ranieri che serrava le fila, senza concedere nulla nella seconda ripresa. I giocatori di Mr Marzi si dimostravano attenti e riuscivano  a mantenere il vantaggio nel terzo inning offessivo fiorentino, mentre erano raggiunti da Capitan Comuniello e compagni nella quarta ripresa. Attacco inceppato per gli isolani nei successivi due inning, così che i battitori della fiorentina potevano incrementare il vantaggio con altri tre punti nella parte alta della quinta ripresa. Il game procedeva, dunque, con questo copione con un ulteriore allungo da tre punti per i gigliati nella parte alta del sesto inning al quale i cagliaritani non erano in grado di controbattere, grazie anche alla ben organizzata difesa dei giocatori di Mr Ranieri che chiudeva tutti i varchi. Oliveri batteva, dunque, a Casa Musarella nella parte alta del settimo inning mettendo così a referto il secondo dei due punti che facevano scattare l’impossibilità di rimonta con un 12 a 4 come risultato finale. Tra i giocatori della Fiorentina B. X. C. prestazioni d’applausi a scena aperta per il trio delle meraviglie Oliveri (7 su 9 e 4 punti battuti a Casa), Musarella (6 su 8 e 4 punti battuti a Casa) autore tra l’altro di un bel triplo in difesa e Capitan Comuniello (5 su 8 e un punto battuto a Casa). Note positive anche dalle quote rosa Ambra Trefolello (1 su 2 e un punto battuto a Casa), Vanessa Cascio (0 su 6 e un punto battuto a Casa) e Francesca Dalò ma da sottolineare anche la prova del neoacquisto Jerid (2 su 3) in grado di andare a punto per ben due volte. Game sottotono per i battitori del Cagliari che, forse a causa di un po’ di stanchezza, si sono prodotti solo in una fiammata iniziale per poi lasciare la scena agli avversari. I migliori sono comunque stati Pinna (2 su 5) e antonello Lai (2 su 5 e un punto battuto a Casa), mentre Dagne (1 su 5 e un punto battuto a Casa) non è stato incisivo, come in precedenza.

Partite dirette da Amurri, Pasquali, D’Urso e Rinnovatore sotto l’attenta supervisione del classificatore Campati.

Gli incontri di questa giornata ci offrono, dunque, scenari sempre più avvincenti e appassionanti con dei Thunder’s Five sempre più dominatori incontrastati a Ovest e con un Ghulam in temperatura ma anche con valide soluzioni in panchina. Alle spalle dei sei volte Campioni d’Italia è sempre più avvincente la lotta a distanza tra Lampi Milano e Tigers Cagliari che con la vittoria sulla Roma AllBlinds non permettono ai giocatori di Mr Giurleo di festeggiare anticipatamente l’accesso alle Semi-Finali ma rilanciano con i Campioni d’Italia che si andranno a giocare la qualificazione il prossimo 25 Maggio a Firenze contro gigliati e capitolini. Segnale importante, inoltre, da parte della Fiorentina B. X. C. che con la vittoria convincente sui Tigers Cagliari torna in testa al girone est mettendo pressione ai Bologna White Sox ma soprattutto offrono un’idea di una squadra che si avvicina sempre più a quella vittoriosa in campionato nel 2012 con ottima difesa, rapidità sulle basi e intercambiabilità dei battitori.

L’intergirone proseguirà, dunque, Domenica sul diamante di Castel Debole con i confronti incrociati tra Bologna White Sox, CVinta Ravenna, Thunder’s Five Milano e Patrini Malnate quindi prepariamoci a nuovi verdetti e magari a qualche altra sorpresa.