Bologna, missione compiuta. Battuti gli Spartans in scioltezza

Pubblicato il Giu 6 2019 - 11:35pm by Maurizio Roveri

Alessandro Pizziconi

Al”Falchi”, in un’altra serata climaticamente gradevole, a conclusione della fase di qualificazione, la Fortitudo UnipolSai vola in semifinale. E lo fa  in tutta scioltezza. Battendo 11-0 gli Spartans che arrivano dal Belgio. Senza neanche forzare. Vittoria per “differenza punti”, all’ottavo inning.
Era scontato. La squadra belga di Deurne, cittadina di 69 mila abitanti nel territorio di Anversa, e’ decisamente modesta.
Gli Spartans tengono a zero Bologna nel primo inning. Ma poi la musica cambia.
La Fortitudo alza il ritmo e fa cantare le proprie mazze. Secondo attacco di Bologna. Vaglio base su ball, Russo va in prima su errore, Vaglio avanza, singolo di Dobboletta per il punto di Vaglio.1-0. Altro errore della difesa dei belgi, Grimaudo e Russo ringraziano e vanno a segnare altri due punti per il 3-0. I belgi nel loro secondo attacco abbozzano ad una reazione, toccano Pizziconi il pitcher partente di Bologna, producono due valide ma non concretizzano.
Terzo assalto di Bologna. Valida di Russo, che spinge Marval a casa base. 4-0. Poi Bologna riempie le basi, Martina va in base per ball e dunque punto automatico (Russo) per la Fortitudo. Ed e’ 5-0. Ancora a basi piene, arriva da parte del pitcher belga Nabir Tauil un altro “passaggio gratis”. Punto automatico di Grimaudo. 6-0. Sulla collinetta, questo belga che tenta di essere un lanciatore continua imperterrito a tirare ball. Sempre a basi piene. E per la terza volta arriva un altro bb con tre corridori sulle basi. Nuovo punto automatico, se lo va a prendere Dobboletta. Poi volata di sacrificio di Martina. Il punteggio s’allarga, 8-0.
Quarto attacco di Bologna. Singolo di Vaglio e doppio di Russo: 9-0.
Si placa ora l’intensità della Fortitudo UnipolSai. Occorre anche gestire le energie per la battaglia dura di domani in semifinale.
Andrea Pizziconi riempie le basi, con 1 out. La risposta della Fortitudo e’ un fantastico doppio gioco sull’asse 5-4-3 (Ferrini-Agretti-Kindelan, entrato per Marval al quale viene concesso un po’ di riposo). Manager Frignani fa giocare tutti, un modo per coinvolgere l’intero gruppo.
José Luis Larrinaga, il rilievo dei belgi, si destreggia più che dignitosamente.
Si addormenta il lineup dell’UnipolSai per due inning, nel corso dei quali i belgi non subiscono punti. Ma… non riescono neppure a fari. Andrea Pizziconi sta facendo un buon lavoro sul monte: 6 strikeout in 6 inning. Prestazione incoraggiante. Lo rileva dal settimo inning  Filippo Crepaldi.
Ottavo attacco di Bologna. C’è la voglia di chiudere qui la partita. Ericson Leonora si produce in una profonda battuta a sinistra, e’ un doppio. Il capitano, Alessandro Vaglio, fa ancora meglio. La sua mazza e la sua corsa sulle basi valgono un triplo. Leonora segna il punto del 10 a 0. Grimaudo poi porta a casa Vaglio. Il punteggio sale sull’11-0.
A Filippo Crepaldi il compito di non subire punti. E ci riesce. La Fortitudo UnipolSai (due vittorie e una sconfitta) nella fase di qualificazione si guadagna l’accesso alla semifinale. Da seconda classificata del gruppo B (vinto da Amsterdam) incrocia domani sera in semifinale – ore 20,30 – la prima classificata del pool A, il Neptunus Rotterdam. Un’altra vibrante sfida che si rinnova con questo Neptunus che in questi anni ha soffocato il sogno della Fortitudo nelle finali del 2015 e del 2017.
In questa partita “soft” contri belgi Russo, Vaglio sono stati i più efficaci nel box di battuta.
Bologna arriva in semifinale con Alessandro Vaglio e Osman Marval che hanno chiuso la fase di qualificazione con 444 di average.

WordPress Author Box
Maurizio Roveri

Giornalista professionista, nato il 26 novembre 1949 a Bentivoglio in provincia di Bologna. Ha iniziato la sua brillante carriera giornalistica come redattore di Stadio nel 1974 per passare poco dopo al Corriere dello Sport-Stadio, dove è rimasto fino al gennaio del 2004. E’ iscritto all’Albo dei giornalisti professionisti dal luglio del 1977. Al Corriere dello Sport è stato responsabile del basket e del pugilato nella redazione di Bologna. Capo rubrica per il Corriere dello Sport-Stadio del baseball, sport seguito fin dal 1969 come collaboratore di Stadio. Molte le sue esperienze da inviato a cominciare dai campionati mondiali di baseball del 1972 in Nicaragua, del 1988 in Italia, del 1990 in Canada, del 1998 in Italia, nonché alle Universiadi di Torino del 1970 e ai campionati Europei del 1971, del 1987, del 1989, del 1991, del 1999. Collaboratore del quotidiano “Il Domani di Bologna” per baseball, pugilato, pallavolo dal 2004 al 2007. Creatore del sito internet specializzato sul baseball Doubleplay.it e collaboratore dei siti Baseballitalia.it, Baseball.it e BoxRingWeb.it. Entra con l’inizio del 2012 nel gruppo editoriale di InLiberaUscita, ricoprendo la posizione di opinion leader e di redattore da Bologna. Nel marzo del 2012 è cofondatore del sito specializzato BaseballMania.it di cui oggi è coordinatore giornalistico.