SerieA2, Cus Brescia sconfitta agrodolce con la capolista

Pubblicato il Ago 1 2018 - 10:08pm by Redazione Baseballmania
Doppia sconfitta per l’Ecotherm Cus Brescia contro Bollate, capolista del girone A, che ha dimostrato il perchè del primo posto raggiunto matimaticamente 2 turni prima della fine della regular season.
I bresciani hanno tentato il colpaccio e soprattutto in gara 1 ci sono andati molto vicino, facendo tremare le gambe ai meneghini e al pubblico bollatese dopo un incredibile rimonta. Più netta invece l’affermazione dei milanesi nell’incontro serale.
Nonostante le due sconfitte Brescia può festeggiare per il quarto anno consecutivo l’accesso ai playoff, grazie alla doppia affermazione del Torino sul Cagliari, che relega gli isolani al quinto posto e condanna il Codogno alla retrocessione.
In questa giornata di verdetti, al di là della sconfitta, ci piace dunque sottolineare l’ottimo lavoro svolto dalla società, dallo staff e dai giocatori dell’Ecotherm CUS Brescia, che hanno affrontato un campionato difficile e competitivo con l’obiettivo salvezza e senza l’apporto di grandi nomi da fuori, rinunciando anche all’acquisto di un lanciatore straniero per dare spazio ai giovani del proprio vivaio e ad un nucleo di giocatori nati e cresciuti a Brescia, coadiuvato da altri giocatori esperti, che sono ormai bresciani d’adozione e hanno deciso di fare di Brescia la propria casa.
Venendo alla cronaca delle partite gara 1 vede affrontarsi sul monte Compagnoni e Dall’Agnese.
Che sarà una partita spettacolare si capisce fin dal primo inning…i lanci dei giovani lanciatori vengono colpiti regolarmente dagli attacchi avversari e i punti entrano con regolarità fin da inizio partita.
Tra i due attacchi un po’ meglio quello della squadra di casa, che sfrutta meglio le proprie valide e a fine secondo inning il tabellone recita 4 a 2 per la squadra di casa, grazie anche al lungo fuoricampo da due punti di Riva.
Gorrin a questo punto decide di far salire a rilevare Zanchi al posto di Dall’Agnese.
Il rilievo bresciano mostra buon controllo ma subisce un ulteriore punto al terzo inning e altri 2 al quinto inning, alla fine del quale il tabellone recita 7 a 2 per Bollate.
Nel momento di massima difficoltà però i leoni bresciani trovano la grinta per la reazione.
La prima scintilla è il fuoricampo da 1 punto di Pestana al sesto inning, ma è nell’inning successivo che Brescia ribalta la partita e porta l’inerzia dalla propria parte.
La parte alta del settimo è un tripudio di mazze bresciane che colpiscono ben 4 valide di cui 3 extrabase e segnando 4 punti riportano il match in perfetta parità.
Bollate non ci sta e nella parte bassa del settimo prova a reagire, riuscendo ad arrivare in seconda grazie all’unico errore della difesa bresciana e poi in terza grazie ad una rubata.
A questo punto della partita, fino a quel momento bellissima e corretta, con un out e il punto del vantaggio in terza per Bollate ci si mettono gli arbitri a rovinare tutto, producendo una situazione che comprometterà umore di giocatori, pubblico e influenzerà non poco il risultato finale.
Monti colpisce una linea a destra che sembra poter essere vincente ma l’esterno destro Elia Bertolotti, con un bellissimo gesto tecnico, si esibisce in uno spettacolare tuffo prendendo la palla al volo, poi nel rialzarsi la palla scivola fuori dal guanto… momento di indecisione, l’arbitro di base ha chiamato out per la presa al volo… il corridore in terza vedendo la palla a terra corre verso casa base, ma la palla è stata colta al volo quindi Brescia la gioca in terza per chiudere il doppio gioco e l’inning.
La situazione sembra chiara ma le proteste del Bollate che sostiene che Bertolotti non avesse mai avuto il saldo possesso fanno discutere arbitri e manager in campo per molti minuti. Quando finalmente sembra che la situazione si sia chiarita, l’arbitro di base decide di tornare sulla propria decisione dopo essersi consultato col classificatore (!?) e decide di far tornare Bollate in attacco e Brescia in difesa (le squadre si erano già schierate inverse per l’inizio dell’ottavo inning), in quanto a suo avviso il corridore in terza era partito dopo la presa al volo e quindi regolarmente, annullando la giocata in terza del Brescia.
A questo punto di nuovo putiferio e altre proteste della squadra ospite per 10 minuti. Niente da fare. Decisione presa ed 8 a 7 per Bollate.
Brescia non riesce più a reagire e la gara termina a punteggio invariato.
Non è nel nostro solito stile parlare di arbitri, ma quello a cui si è assistito sul diamante di Bollate non deve ripetersi altrove ed era giusto per dovere di cronaca riportarlo. Purtroppo in questo sport gli arbitri hanno un peso specifico elevatissimo e dovrebbero avere il coraggio di prendere le proprie decisioni, nel bene e nel male (nella situazione citata i casi erano 2: o palla persa e tutti salvi, o palla presa e doppio gioco. La via di mezzo è lo specchio dell’incompetenza e dell’inadeguatezza della coppia arbitrale). Non oso immaginare cosa sarebbe successo se quest episodio fosse capitato in una finale dei playoff o ancora peggio in una gara decisiva per la retrocessione.
Brescia accusa il colpo e in gara 2 è un monologo Bollatese. Brescia ci prova per 4 riprese, ma quando sul 2 a 1 su un errore entrano altri due punti per Bollate la squadra ospite alza bandiera bianca, non riuscendo più a impensierire la squadra di casa.
Gli ultimi a mollare sono Pestana e Loardi, che con un doppio a testa producono il secondo punto della gara per Brescia, ma l’attacco dei leoni bresciani non riesce ad andare oltre, e il Bollate vince meritatamente per 7 a 2.
Nel prossimo ed ultimo turno di regular season Brescia riceverà la visita del già retrocesso Codogno, per sperare nel secondo posto è obbligatorio vincere entrambi gli incontri, sperando poi nel Team Quality Balance, che deciderebbe in caso di arrivo alla pari col Senago. In caso di 1 solo vittoria o di entambe sconfitti bisognerà aspettare il risultato del Torino, che ospita il Bollate, per capire se il piazzamento sarà il terzo o il quarto posto.
Vi aspettiamo dunque numerosi a incitare la squadra domenica sul campo di Via Branze, per ottenere le vittorie che servono ad aggiudicarsi il iglior piazzamento e quindi il miglior accoppiamento per i playoff di Settembre.