SerieA, Collecchio continua a vincere!

Pubblicato il Apr 18 2017 - 5:24pm by Redazione Baseballmania

Sabato 15 aprile, presso il campo principale del Centro Sportivo “Giannino Zinelli”, si è svolto il doppio incontro con i Grizzlies di Torino risoltosi con un uno-due del Collecchio che riconferma, grazie ad una sequenza di 6 vittorie consecutive, la leadership nel proprio girone del Campionato di Serie A Federale.

Il playball della prima partita viene chiamato dall’arbitro, il Sig. Ildo Guazzini di Grosseto, alle ore 15.30 mentre nel campo adiacente si svolge, in contemporanea, la final four della Coppa Italia di softball ISL (vinta poi dal Bollate, ndr).

Il Collecchio inizia in difesa schierando in zona 9 l’esterno destro Giacomo Fontana; in zona 8 l’esterno centro Riccardo Flisi; in zona 7 l’esterno sinistro Davide Trolli. Sulla terra rossa l’interbase è Filippo Valenti, in terza base gioca Alessandro Fanfoni mentre in seconda base c’è Ricardo Paolini. La prima base è presidiata da Maicol Lori mentre la batteria è formata dal ricevitore Cesare Astorri e il lanciatore Nicolas Giovanelli.

Il Torino ha consegnato allo scorer, il Sig. Ulpiano Massari Gozzi, il seguente ordine di battuta: 1) Tommaso Giarola (interbase); 2) Marco Pascoli (seconda base); 3) Maurizio De Maria (terza base); 4) Paolo Barbero (esterno destro); 5) Federico Calvo (esterno sinistro); 6) Matteo Fornari (ricevitore); 7) Matteo Modica (prima base); 8) Matteo Pascoli (battitore designato) poi sostituito da Jari D’Ercole; 9) Davide Mina (esterno centro). Il partente sul monte di lancio è Cristian D’Emanuele.

Giovanelli comincia subito con uno strikeout ai danni di Giarola a cui fa seguito l’eliminazione in prima di Pascoli su assistenza dell’interbase collecchiese Valenti. Sembra funzionare tutto bene nel Collecchio ma De Maria fa suonare un campanello d’allarme mettendo a segno un bel doppio, battendo la pallina nel centro-destra della parte esterna del campo. Ci pensa poi Barbero a spingere a casa De Maria, con un singolo indirizzato nella stessa zona del campo, per l’uno a zero del Torino. Con una situazione di due eliminati e un corridore in prima base, si presenta alla battuta Federico Calvo il quale spedisce la pallina nella zona dell’esterno centro mettendo a segno un doppio che consente ai Grizzlies di segnare il secondo punto. E’ la volta di Fornari che con una valida sull’esterno sinistro batte a casa il terzo punto per poi essere eliminato, nel tentativo di rubare la seconda base, da una bella azione (7-2-6) dei difensori collecchiesi.

Inizio decisamente in salita quindi per il Collecchio che si appresta ad affrontare il proprio turno di battuta del primo inning in svantaggio di tre punti. Il lead off del Collecchio è Riccardo Flisi il quale riesce a raggiungere la prima base grazie ad un errore dell’interbase torinese Tommaso Giarola. Quest’ultimo rimedia eliminando Flisi in seconda base a seguito di una debole battuta di Paolini il quale riesce comunque a raggiungere la prima base per scelta difesa. Con due eliminati, si presenta nel box di battuta Cesare Astorri eliminato poi in prima su assistenza del terza base piemontese Maurizio De Maria.

Si va quindi al secondo inning sul 3 a 0 per il Torino che nel proprio turno di battuta lascia il punteggio invariato. Torna in attacco il Collecchio con Fanfoni che viene eliminato al volo dall’interbase avversario Tommaso Giarola. Segue Zanichelli anch’egli eliminato in prima su assistenza del lanciatore D’Emanuele. Con due eliminati entra nel box Maicol Lori la cui lunga battuta, nella parte sinistra del campo esterno, dà l’illusione del fuoricampo concretizzandosi invece in un doppio. Arriva il primo punto per il Collecchio portato a casa da una bella valida, sull’esterno destro, di Filippo Valenti che spinge a casa Lori. L’attacco finisce con l’eliminazione di Fontana in prima in un canonico 4-3 lasciando così un uomo in base (Valenti).

Il terzo attacco del Torino non è produttivo mentre il Collecchio rosicchia un altro punto grazie ad un doppio di Astorri che manda a casa Trolli arrivato precedentemente in prima grazie a quattro ball lanciati da D’Emanuele.

Finisce a 0 anche il quarto attacco del Torino. Il Collecchio invece realizza il sorpasso definitivo facendo toccare casa base a 5 suoi corridori. Infatti, dopo l’eliminazione al volo di Zanichelli, il Collecchio riempie le basi: a Lori viene concessa una base ball, spinto poi in seconda da un bunt perfetto di Fontana il quale arriva a sua volta salvo in prima; poi arriva un’altra base per ball concessa da D’Emanuele a Trolli. A seguire Riccardo Flisi “sparecchia” il campo con un doppio che consente a Lori, Fontana e Trolli di incrementare di tre punti lo score della propria squadra. Sul 5 a 3 interno il Torino cambia il lanciatore mandando sul monte Mario Di Taddeo. Prosegue l’attacco del Collecchio con Paolini che raggiunge salvo la prima base, nonostante lo strikeout, grazie ad un K23 mancato; nel mentre Flisi ruba la terza base. I due corridori sulle basi vengono portati a casa dal doppio messo a segno da Astorri il quale riesce, sul tiro del difensore, a raggiungere la terza base. Lo strikeout di Fanfoni pone termine a questo quarto e decisivo inning.

Il Torino sembra accusare il colpo e nei tre inning successivi non riesce a reagire mentre il Collecchio allunga segnando un punto nel sesto e un punto nel settimo inning.

Bisogna attendere l’ottavo inning per assistere al tentativo di rimonta del Torino che segna due punti anche grazie a tre valide concesse dal nuovo lanciatore Lorenzo Dallaturca, rilievo salito sul monte al posto di Giovanelli.

Si va all’ultimo attacco del Torino sul 9 a 5, punteggio che rimarrà invariato fino alla fine grazie anche ai lanci, per il Collecchio, del closer Francesco Corsaro.

 

Non c’è praticamente storia in gara 2 dove la solidità di Jesus Yepez sul monte (10 K in 5 riprese lanciate) non trova un altrettanto efficace riscontro nella squadra avversaria.

Saccardi, rispetto a gara 1, conferma le prime 5 posizioni del lineup (Flisi, Paolini, Astorri, Fanfoni e Zanichelli) ma cambia la parte bassa inserendo al numero 6 l’esterno destro Paolo Cetti, al numero 7 il ricevitore Andrea Gandolfi, al numero 8 il terza base Luca Ferrarini (sostituito nel quinto inning, per un risentimento muscolare all’inguine, da Filippo Valenti) e al numero 9 Pietro Mantovani.

Il Torino conferma i 7/9 del line up di gara 1 (1. Giarola, 2. Pascoli Marco, 3. De Maria, 4. Barbero, 5. Calvo, 6. Fornari, 7. Modica) assegnando invece l’ottava posizione a Paolo Sandrone (catcher) e la nona posizione a Matteo Pascoli (terza base).

Il match mantiene un certo equilibrio fino alla fine del quarto inning dove il Collecchio si ritrova in vantaggio per 3 a 0. Poi due inning caratterizzati dalle défaillance dei lanciatori. Il quinto inning vede il Torino, dopo aver concluso a zero il proprio attacco, affondare nel punteggio. I tre rilievi piemontesi succedutesi sul monte (Meschini, Monzo e Calvo) concedono una serie di basi ball (6 in totale) e 2 hit by pitch che, uniti ad alcuni errori difensivi, permettono al Collecchio di segnare ben 13 punti. Da segnalare, nello stesso inning,  le due valide di Astorri (un singolo e un triplo), il triplo di Simone Zerbini subentrato a Fanfoni e il doppio di Mantovani.

All’inizio del sesto inning il Collecchio conduce per 16 a 0 e manda a lanciare Edoardo Acerbi il quale, dopo aver concesso tre basi ball consecutive, anche a causa di qualche chiamata dubbia dell’arbitro, subisce una valida sull’esterno destro ad opera di Bertuccelli (subentrato a Calvo) che spinge a casa i tre corridori presenti sulle basi.  Ora il punteggio è di 16 a 3. Dopo la visita sul monte da parte del Pitching Coach, Pablo Abreu, il gioco riprende ma Acerbi concede altre due valide (triplo di Fornari e singolo di D’Ercole) che portano il punteggio sul 16 a 5. Saccardi sostituisce quindi Acerbi con Nicolò Moretti che riesce a chiudere l’inning senza far segnare ulteriori punti al Torino.

Nel settimo inning i piemontesi segnano un altro punto grazie al triplo messo a segno da Bertuccelli che manda a casa Mina precedentemente avanzato in prima per base ball. La partita termina così al settimo inning per manifesta con il punteggio di 16 a 6 per i Collecchio.

 

Giusto il tempo di festeggiare questa doppia vittoria durante la Pasqua e Saccardi dovrà già pensare al prossimo turno di campionato che vedrà celebrarsi un classico del baseball parmense: il derby tra Sala Baganza e Collecchio che si disputerà sul campo salese domenica 23 aprile alle ore 10.30 (gara 1) e alle ore 15.30 (gara 2).