MercatoA2, Giacomo Polanco per il monte di lancio del Montefiascone

Pubblicato il Feb 26 2020 - 9:50pm by Redazione Baseballmania

Dopo un’accurata ricerca di una soluzione per il lanciatore comunitario che consentisse alla giovane squadra giallo-verde di competere anche nella seconda partita, riservata appunto agli stranieri, è stato siglato l’accordo con il lanciatore che ha ben figurato in A2 a Pesaro nel 2019. Giacomo Marcantonio Polanco Junior è un italo-venezuelano di 23 anni – il nonno era della provincia di Frosinone –  mancino, nato a S. Fernando de Apure, città di 165.000 abitanti al centro del Venezuela, sul fiume Orinoco.

Prima di Pesaro, oltre al Venezuela con le Tigri di Aragua, ha avuto esperienze nella prima divisione Bundesliga nel 2017 con i Mannheim Tornados, con prestazioni in continuo miglioramento, vista anche la giovane età. I dati statistici per il 2019 con il Pesaro sono stati di buon livello, ed i tecnici ritengono che a Montefiascone possa fare molto meglio: in 55,1 inning ha ottenuto 65 strike-out, grazie soprattutto a curva e slider –con un PGL di 4,39 che certamente potrebbe migliorare notevolmente.

Ringrazio il Montefiascone per la opportunità che mi offre. – ha dichiarato Polanco – Naturalmente mi metto a disposizione della squadra e del pitching coach, dato che posso lanciare sia come partente che come rilievo. Sono veramente contento di avere Salgado come allenatore. L’ho conosciuto in Venezuela e apprezzo il suo modo aggressivo e veloce di interpretare il baseball. Mi sto allenando tutti i giorni sia in palestra che sul campo, lanciando a giocatori che si preparano alla stagione professionistica negli Stati Uniti e Messico: sarò certamente pronto per la metà di Marzo”.(il Venezuela fornisce numerosi giocatori alle leghe professionistiche americane, che iniziano la stagione ad Aprile N.D.R.)

“Ci siamo molto impegnati per fornire alla nostra giovane squadra tutto il supporto che il lanciatore straniero con esperienza in A2 può offrire – ha dichiarato il presidente Marianello. Lo scorso anno a Pesaro Polanco ha contribuito alla salvezza della squadra adriatica, obiettivo storico, nonostante i problemi emersi nel corso dell’anno. Siamo quindi stati coerenti con i nostri programmi, rinunciando a innesti prestigiosi nel diamante che avrebbero potuto togliere spazio ai nostri, e impegnandoci al massimo delle nostre possibilità per rendere competitiva la squadra nella seconda partita, con un lanciatore che certamente ha le doti necessarie per contenere i battitori avversari ”

Polanco nel 2019 ha svolto sia il ruolo di partente, che di rilievo. Dotato di buona velocità, da partente ha tenuto a zero per 6 inning il Sala Baganza con 12 strike-out con buone prestazioni anche contro Modena (6RL, 5h, 2BB, 3K) e Lupi Roma (6RL, 4h, 2BB, 7K).

Il manager Salgado è molto soddisfatto della scelta della società: “Ringrazio il Presidente e la società tutta per l’impegno nel tesserare un lanciatore con esperienza in serie A, cosa che non tutte le nostre avversarie hanno potuto fare. Insieme al grande pitching coach che abbiamo, Pietro Carletti, troveremo il modo di utilizzare al meglio Polanco nell’interesse della squadra, per ricevere la massima soddisfazione tutti, la squadra, la società e anche i tifosi che quest’anno verranno a darci la spinta. Certamente vogliamo svolgere nel campionato un ruolo di vera matricola terribile, se non di protagonista”.

Con la contrattualizzazione di Polanco, che dovrebbe giungere in Italia a metà marzo, in modo da integrarsi con la squadra nelle amichevoli pre-campionato, la squadra del WiPlanet Montefiascone acquista una buona solidità, ma la società non trascura eventuali opportunità che dovessero prospettarsi, sempre a rinforzo del monte.