Cervignano, primo storico successo in SerieA2!

Pubblicato il Apr 11 2019 - 10:56pm by Redazione Baseballmania

Un cielo plumbeo ed una temperatura decisamente non adatta alla disciplina del batti e corri hanno accolto le Tigri di Cervignano la mattina del 7 aprile 2019, storica data d’esordio nel campionato cadetto del baseball italiano. Il grigiore profuso non ha decisamente intaccato l’animo degli atleti del Sultan Cervignano che, gonfi di un innato orgoglio, hanno messo a segno la prima vittoria in campionato proprio nell’incontro d’esordio. L’unica nota negativa di tutta la giornata è stato concedere gara 2 agli avversari, ma procediamo con ordine e scopriamo, in sintesi, come si sono svolti i due incontri programmati.

Nella gara del mattino le due squadre, vista anche la temperatura esterna, ci hanno messo un po’ ad ingranare la prima marcia. Dopo la fase iniziale di studio, durata due frazioni, ecco che le tigri escono dalla tana e danno la prima zampata agli Yankees di San Giovanni in Persiceto: Anthony Garcia batte un singolo fra l’esterno destro ed il centro, e grazie ad una disattenzione del difensore avversario, il leadoff dei Tigers si porta in posizione punto.
È servita tutta l’esperienza di Jordano Collado per sbloccare il punteggio e permettere al Cervignano di segnare il primo punto della stagione: un doppio sull’esterno centro ed i Tigers sono in vantaggio. L’inning non è però finito qui: il ricevitore Elia Marinig, autore peraltro di una gara 1 difensivamente eccellente, spinge a casa Collado con un singolo sull’esterno sinistro. In vantaggio di due punti, la frazione si conclude.
La reazione degli Yankees non si fa attendere: con un punto nel quarto e nel quinto inning, gli emiliani si riportano sotto e riportano il punteggio in parità.
L’incisività dell’esperienza di Jordano Collado si fa sentire ancora una volta nella parte bassa della quinta frazione: “El Tigre” colpisce duro a destra, una mazzata allucinante che spedisce la pallina fuori dal campo, un homerun da un punto riporta in vantaggio i Tigers. Al settimo inning è Nardi a segnare il quarto ed ultimo punto del Cervignano, approfittando di qualche disattenzione difensiva degli Yankees, che stabilisce il punteggio finale di 4 a 2.

Non bastano però l’euforia e la felicità per vincere le partite. Soprattutto, non bastano se il tuo avversario si chiama Marino Salas, lanciatore decisamente conosciuto nell’ambiente per concedere poco agli avversari, una storia che oramai si ripete da anni sui campi da baseball italiani.
I neroarancio scendono in campo determinati a ripetere l’impresa di gara 1, ma il monte di lancio avversario concede poco o nulla: solamente 3 sono le valide concesse dagli emiliani in tutto il secondo incontro, mentre le mazze degli Yankees hanno picchiato duro in tutte le loro fasi di attacco. Il punteggio finale risulta essere 10 a 0 per la squadra in trasferta, che il Cervignano prenderà come insegnamento per il futuro del proprio campionato.

Tirando le somme, il risultato finale è da considerarsi sicuramente positivo: atleti, allenatori e dirigenza possono ora gioire per la loro prima vittoria, ma hanno anche la possibilità di lavorare sui propri errori per procedere con un costante miglioramento.