Buon test per il CUS Brescia contro il Codogno

Pubblicato il Mar 23 2015 - 8:26am by Matteo Galli
Domenica 22 Marzo, finalmente, dopo la lunga preparazione invernale, la compagine del batti e corri bresciano si è recata a Codogno, dove ha dato vita assieme alla squadra locale, che quest’anno militerà nel campionato nazionale di serie B, alla prima partita amichevole della pre-season. Si è trattato di fatto di una partita di allenamento, in cui sia la formazione bresciana che i padroni di casa hanno potuto schierare il roster completo e valutare lo stato di forma di ogni giocatore.
In vista dell’imminente playball del campionato di serie A, il cui opening day sarà a Novara il 4 aprile, i coach Gorrin e Corba, nel freddo di Codogno hanno potuto vedere all’opera i “leoni” bresciani e valutare i loro progressi dopo il training invernale.
Ottime le prove degli ultimi arrivati in casa CUS: il lanciatore Tony Noguera ha ben figurato tirando una ripresa di qualità, Pestana ha lavorato bene dietro al piatto di casa base e ha dimostrato la sua bravura in battuta, così come il collega Jaramillo, che ha ben figurato con la mazza in mano. Questi i più attesi della domenica codognese ma anche i veterani della squadra e tutto il gruppo che l’anno scorso ha portato il CUS Brescia alla promozione ha offerto una buona prova. Si è vista un po’ di ruggine nel box di battuta dovuta probabilmente all’impossibilità di allenarsi sul campo amico di Via Branze fino ad Aprile a causa dei lavori di adattamento che si sono trascinati oltre alle previsioni, ma la condizione fisica è sembrata più che discreta, nonostante il clima poco clemente e la lunghezza della partita disputata (si sono superate le 4 ore di gioco per consentire a tutti i lanciatori di effettuare almeno un ripresa).
Certo il campionato che il CUS Brescia dovrà affrontare quest’anno sarà impegnativo al massimo e già da sabato prossimo, giorno dell’ultima amichevole di pre-campionato a Reggio Emilia contro i tedeschi del Disciples, avversario di livello superiore,  i giocatori di Gorrin dovranno dimostrare di avere le carte in regola per regalare ai propri tifosi un altra bellissima stagione e di poter competere alla pari con le altre fortissime squadre della Serie A.