A2, Modena fa 1-1 con il JR Grosseto

Pubblicato il Giu 5 2018 - 8:29pm by Cecilia Vecchi
E’ una Comcor non ancora del tutto ritrovata quella che Sabato 2 Giugno ha ottenuto un pareggio contro il Maremà Grosseto nell’ultimo weekend casalingo prima di una serie di partite da giocare fuori dalle mura amiche. In Gara 1 sconfitta di misura per 5 a 4, in Gara 2 riscatto e vittoria per 3 a 2 al primo extrainning.
In Gara 1 formazione tipo, con Soto lanciatore partente e con il rientro di Alfinito dopo alcuni giorni di stop. Opposto a Soto c’è Dall’Olio, l’anno scorso a Castenaso e quest’anno arrivato in prestito a Grosseto assieme a Grendene dall’Imola per rafforzare il monte toscano. Il lineup modenese parte bene e battezza Dall’Olio con 3 punti al primo inning: valida di Campazzi, Friggeri salvo in prima, doppi consecutivi di Murari e Angelotti. 3 a 0. Sembra già di respirare un’aria diversa rispetto alla settimana precedente, in cui poco o nulla aveva funzionato per la squadra di casa. Dopo l’exploit iniziale però, l’attacco gialloblù viene ben controllato dal partente grossetano (che rimarrà in pedana per 6.1 riprese con 8h, 4er, 1bb, 5k, guadagnando la vittoria finale) e non supporta a sufficienza il proprio lanciatore Soto: tra sesto e settimo inning il Grosseto prima pareggia con 4 valide e poi passa a condurre con le valide di Sgnaolin (il migliore dei suoi con 3/4 e 2 rbi), Biscontri e Fiorentini, approfittando anche del cambio sul monte tra Soto e Singh. A metà del settimo inning il tabellone dice Modena 3 – 5 Grosseto.
A chiudere la strada all’attacco grossetano ci pensano Paltrinieri (0.2rl, 2h) e D’Angelo (1.2 rl, 1h, ancora una ottima prestazione per il giovane rilievo).
Modena accorcia sul 5 a 4 nella parte bassa del settimo inning con Scerrato che segna su una volata di sacrificio di Friggeri e si ritrova una grande occasione alla fine del nono: Vecchi out, singolo di Campazzi che viene poi spinto in terza dal lungo doppio di Friggeri; Campazzi però forza la corsa a casa e viene eliminato con ampio margine a metà corsia. Sarebbe il secondo out, Friggeri però tenta di conquistare la terza base ma viene anche lui eliminato dal tiro di Biscontri. Una doppia eliminazione che chiude la partita, impedendo alla parte centrale del lineup di provare a trovare il pareggio e il sorpasso.
In attacco da segnalare un fantastico 4/5 di Campazzi, il più ispirato nel box; bene anche Murari (1/2, 2rbi, bb) e Tamburrini (2/4, k).
Gara 2 ha (fortunatamente) un finale diverso, ma non senza colpi di scena.
Altra sontuosa prova sul monte per Calero, che in 7 riprese concede solamente 3 valide, 2 basi ball e ottiene 11k (in 8 partite fin qui disputate solo 1 punto è stato guadagnato su di lui, per una media PGL di 0.17 che lo conferma al vertice delle statistiche di lancio di tutta la serie A2). Lanciatore partente per il Grosseto è Yancarlos Santiago, che torna a Modena ma da avversario dopo aver vestito la casacca gialloblù nel 2015 con un record di 9 vittorie.
E’ di Modena la prima vera occasione di segnare: al terzo inning, con Scerrato in terza e Pompilio in prima, Modena tenta la doppia rubata su tiro in seconda di Biscontri ma Grosseto non si fa sorprendere ed elimina il ricevitore gialloblù a casa base prima che possa segnare il punto dell’1 a 0. Punteggio che però si sblocca al sesto inning: colpito Friggeri, doppio di Murari (rbi), intenzionale ad Angelotti, Murari out in terza su tentativo di bunt e singolo di Alfinito che manda a punto Angelotti. 2 a 0.
Calero lascia a Ventura l’ottavo inning in una partita che pare già chiusa ma sembra di rivedere scene già viste. Singolo di Fiorentini che approfitta di un errore e di un lancio pazzo per segnare; segna anche Bindi su una rimbalzante di Sgnaolin e c’è il pareggio. Si va quindi agli extrainning, che iniziano nel migliore dei modi per il Modena: Ventura elimina Ciani con un bellissimo pickoff in seconda, fa battere una rimbalzante a Fiorentini e lascia al piatto Bindi. Al cambio campo Modena reagisce subito e affonda il colpo del ko senza bisogno di altri inning supplementari: Pompilio piazza il bunt ma non riesce l’avanzamento di Corrado che è eliminato in terza. Con un out Friggeri piazza la prima valida della sua partita e spinge a punto Scerrato che dalla seconda può arrivare fino a casa base per esultare con i compagni.
Lanciatore vincente il veterano Cipriano Ventura (3rl, 2h, 1er, 4k); in attacco bene Alfinito (2/4, 1rbi), Angelotti (2/3, ibb, sb) e Scerrato (2/4, bb, sb).
Modena torna finalmente alla vittoria dopo 3 sconfitte consecutive e può guardare al prossimo weekend con più fiducia. Ci si aspettava forse un bottino più proficuo (3V-3P) da un trittico di partite consecutive giocate in casa con il fattore campo a proprio favore, ma la cosa più importante sarà chiudere le ultime due giornate di intergirone con il maggior numero di vittorie possibile: Sabato 9 Giugno la Comcor sarà ospite del Pesaro, mentre Domenica 17 andrà a fare visita al Potenza Picena.
C’è senza dubbio da lavorare sulla corsa sulle basi, un fondamentale che (come visto in numerose occasioni) può trasformare completamente il risultato di una partita, e sulla tenuta mentale dei giocatori in situazioni di forte pressione, soprattutto nei momenti chiave di una partita come ad esempio il subentro dei propri rilievi al lanciatore partente negli ultimi inning di gioco. Dall’altra parte, l’attacco deve essere ancora più cinico e incisivo; quello che prima era un punto di forza (nella prima parte di campionato Modena segnava moltissimo negli ultimi 3 inning) sta diventando ora una preoccupazione attorno alla quale giocatori e staff tecnico devono fare quadrato per trovare la giusta soluzione e la grinta che ha contraddistinto la squadra fino alla fine del girone d’andata.