A2, abbonamento al pareggio per il CUS Brescia

Pubblicato il Giu 12 2018 - 3:57pm by Redazione Baseballmania
Per la settima volta sulle dieci giornate finora disputate l’Ecotherm CUS Brescia non va oltre il pareggio nella serie giocata Sabato a Verona contro la Tecnovap.
La vittoria ottenuta nel pomeriggio consente ai leoni bresciani di fare un passo avanti importante in classifica visto che sia Torino che Codogno perdono entrambi i loro incontri e per questo motivo il bilancio del weekend è sicuramente positivo per i ragazzi di manager Gorrin che si portano ad una solo lunghezza dal terzo posto e distanziano maggiormente le avversarie principali per la corsa salvezza.
La sconfitta serale, di contro, rischia di diventare un fattore psicologico, visto che nuovamente il Cus Brescia si fa rimontare e va a perdere una partita chiusa e molto combattuta, facendo sfumare il primo sweep stagionale che sarebbe stato una vera ventata di ossigeno per il morale che avrebbe dato ad un gruppo che ha mostrato di avere ottime qualità, andando a mettere in difficoltà praticamente tutte le squadre incontrate, ma cedendo sempre in almeno uno dei due incontri disputati.
Nella gara del pomeriggio Gorrin affida il monte al solito Dall’Agnese, che regala l’ennesima prestazione di sostanza completando 5.1 riprese e concedendo 8 valide, ma con solamente 2 punti concessi e 5 strikeout totalizzati.
La partita è molto bella ed equilibrata e anche il partente scaligero Aldegheri sfodera un’ ottima prestazione concedendo anch’egli solamente due punti in 5.1 riprese, e totalizzando 7 strikeout con 4 valide concesse.
In questa situazione di equilibrio è il Verona a segnare per prima, grazie alla valida a destra di Piccoli che porta il punteggio sull’1 a 0 per i locali al secondo inning.
Brescia sembra faticare in attacco, ma dopo un primo giro di lineup di assestamento riesce a risultare più incisiva e nel sesto inning finalmente comincia a produrre, sfruttando le valide di Bazzana e Rosales, e ribaltando il risultato portandosi sul 2 a 1.
Verona però non ci sta e risponde subito con un sesto attacco da 3 valide e due punti segnati.
Sul 3 a 2 per i locali è tutto da rifare per Brescia, che però non si perde d’animo e continua con gli avvincenti capovolgimenti di fronte della partita totalizzando due punti all’ottavo inning grazie alle valide del sempre positivo Rosales (3 su 4 con 2 RBI per il venezuelano) e di Moreta.
Quando sul monte per Brescia il rilievo Virgadaula comincia a perdere di precisione concedendo due basi per ball, Gorrin decide nel momento caldo della partita di affidarsi a Niccolò Loardi, che lascia la posizione di esterno centro per salire sul monte e la scelta del manager bresciano sarà ripagata da una brillantissima prestazione dell’ex Novara che chiude la partita senza lasciare nulla alle mazze avversarie, lanciando per 1.2 riprese senza concedere valide e totalizzando 3 strikeout.
Ciliegina sulla torta della prestazione di Loardi il lungo fuoricampo al centro che incrementa il vantaggio ospite e inchioda la partita sul 5 a 3, che sarà anche il risultato finale.
Nella gara serale a sfidarsi sul monte sono Coletti e Briggi.
Entrambi i lanciatori sfoderano un’ottima prestazione e comandano la partita lasciando solo le briciole agli attacchi.
7 riprese lanciate con 4 valide concesse, 6 strikeout e 1 solo punto concesso per Coletti.
7 riprese lanciate con 5 valide concesse, 5 strikeout e nessun punto concesso per Briggi.
In partite di questo tipo sono gli episodi ad indirizzare il risultato e Brescia sembra portare dalla sua l’inerzia al quarto attacco, quando una valida dell’ottimo Pesci (2 su 3 per lui in gara 2) porta a casa il primo punto della partita.
Sull’1 a 0 la squadra di casa però reagisce ancora e al quinto pareggia grazie alle valide di Piccoli e Briggi.
La partita è molto chiusa e combattuta, ma l’equilibrio viene nuovamente violato al settimo inning dal Verona, che si porta sul 2 a 1 grazie alla valida di Briggi (autentico MVP della serata per la squadra di casa con 3 su 3 al piatto e 2 RBI).
Brescia prova a reagire ma gli ultimi attacchi si spengono sui lanci del rilievo Anselmi, che non concede nulla alle mazze ospiti e chiude la partita ottenendo la Save che vale la vittoria per la sua squadra.
Due partite ben giocate, ma rimane la consapevolezza di poter fare meglio per i leoni bresciani, che specialmente in gara 2 pagano la consueta poca brillantezza in attacco delle ultime uscite (solamente 5 le valide di squadra nella gara serale).
Domenica prossima l’Ecotherm Cus Brescia sarà ospite dei Rangers Redipuglia, per la partita che chiuderà questo combattutissimo intergirone e lancerà la volata del girone di ritorno.
Obbligatorio fare risultato per non perdere contatto con le posizioni di classifica che contano e mantenere a distanza le inseguitrici.