A Federale, Modena amara per l’Euorpa. Due sconfitte e molto da recriminare

Pubblicato il Giu 4 2014 - 9:25am by Livio Nonis

Europa Sager torna da Modena con due sconfitte, se nella prima è mancata quella componente di aggressività che fa parte del dna della squadra, nella seconda un pizzico di sfortuna con decisioni arbitrali che non hanno convinto, purtroppo il ramarico di non aver mosso la classifica.

COMCOR MODENA – EUROPA SAGER 5 – 1

Disattendendo le previsioni della vigilia, l’Europa, che domenica scorsa ha riposato,   ha perso lo smalto, almeno nella prima gara, dell’ultimo incontro disputato; è mancato quel mordente e quell’aggressività che di solito contraddistingue la compagine friulana, in sintesi, non ha venduta cara la pelle come fa di solito. La gara è subito in salita nel terzo inning (già sotto di 1 a 0) due “palle perse” permettono agli emiliani di mettere a segno altri due punti, ed incrementare il punteggio con l’unica battuta efficace ( un triplo di Gregorin), al 7° inning arriva l’unico punto per la Sager, una valida di Paolitich manda a “casa base” Felix. Da sottolineare che per ben tre volte i friulani hanno concluso l’inning con basi piene ( al 2°, al 4° e 8° inning),  con un po’ di combattività forse la gara poteva girare anche per un verso differente.

COMCOR MODENA – EUROPA SAGER 2 – 1

In questa gara l’Europa Sager ha molto da recriminare sull’arbitraggio che a dir dei dirigenti ha penalizzato la squadra friulana nei momenti topici della gara, quando all’8° inning una serie di decisioni non hanno permesso il punto del meritato pareggio. Una gara che è iniziata con un bunt a sorpresa per i locali che seguito da due valide portava gli unici due punti dell’incontro. La sveglia all’Europa Sager arrivava alla terza frazione di gara Fedele batte una valida e Paoletich lo manda a casa con un’altra buona battuta. Poi le difese diventano protagoniste, pochi giocatori arrivano sui sacchetti all’ottavo inning sembra che qualcosa si sblocchi ma gli arbitri diventano protagonisti in negativo (espulso anche il manager Paoletich) e la possibile rimonta non arriva. Delusione nell’Europa bocche cucite a fine incontro tanta, troppa amarezza, ma la consapevolezza che si continuerà a lottare fino all’ultima giornata.