A Federale. Athletics, bene nonostante le due sconfitte a Grosseto

Pubblicato il Apr 13 2015 - 8:40am by Mirco Monda

Dopo la bella e convincente duplice vittoria dello scorso weekend, ai danni dell’Anzio, la OM Valpanaro si è scontrata con il Grosseto, detentore del titolo italiano 2014 e probabilmente la squadra più forte di tutto il campionato. Scontro che ha visto, appunto, il team toscano super favorito; ma nonostante ciò, i ragazzi di Duarte sono riusciti a dar vita ad un doppio incontro emozionante. Anche con duplice sconfitta, il team bolognese torna a casa conscio di potersela giocare con tutti.

Gara 1

Athletics :

Adelmi CF, Del Priore 3B, Baccelli C, Venturi 1B, Deligia DH, Desideri 2B, Cavallari LF, Paganelli RF, Accorsi SS, Giorgi P

Grosseto :

De Santis CF, Lora 3B, Bindi SS, Sgnaolin 1B, Ramirez 2B, Cavallini RL, Attriti C, Grilli DH, Brandi LF, Starnai P

Parte subito forte la OM Valpanaro, sfruttando a pieno le sbavature difensive dell’Enegan e il poco controllo del partente maremmano. Con ben 4 basi ball, 1 colpito, 2 wild pitch, 1 errore difensivo e 2 singoli il team bolognese segna ben 5 punti, obbligando il manager locale ad effettuare il cambio lanciatore dopo solo 0.2 riprese lanciate. Al cambio campo i campioni in carica però riequilibrano il match con ben 4 valide (di cui 2 tripli) e sfruttando le 2 basi ball concesse dal partente gialloverde, 1 wild pitch ed un errore della difesa, segnando ben 6 punti e passando così a condurre il match. Anche in questo caso, il manager è costretto a togliere il proprio partente dopo solo 0.1 riprese lanciate per sostituirlo con un rilievo per chiudere l’inning. Dopo un primo inning scoppiettante con ben 11 punti segnati, le difese arginano gli attacchi avversarsi. Al terzo inning è nuovamente L’Enegan a smuovere il tabellino, con altri due punti, grazie al triplo di Attriti che permette a Ramirez (singolo) ed a Cavallini (base ball) di raggiungere il piatto di casa base per il momentaneo 5-8. Il colpo decisivo arriva al sesto inning, quando l’attacco maremmano sigla ben 7 punti, frutto di 2 valide, 4 basi ball, 1 colpito, un errore difensivo, 1 balk e 2 wild pitch. Sul punteggio di 5-15 la partita termina al 7° inning per manifesta inferiorità.

Ottima prova tra le fila del Grosseto per Ramirez (2 valide su 4 turni, 3 punti segnati, 2 RBI e 2 SB) ed Attriti (2 valide su 3 turni, 2 punti segnati, 4 RBI ed 1 BB) in fase offensiva, mentre sul monte si è distinto Perez che ha ottenuto la vittoria con 5.1 RL, 2 BV, 2 BB, 9 K, 1 BK, 1 HBP. Per gli A’s, invece, buona prova di Baccelli, autore di 2 delle 4 valide messe a segno dal team giallo verde.

Gara 2

Athletics :

Carrà CF, Accorsi SS, Baccelli C, Venturi 1B, Deligia DH, Desideri 2B, Cavallari LF, Draghetti RF, Paganelli 3B, Licien Vidal P

Grosseto :

De Santis CF, Gentili 3B, Bindi SS, Sgnaolin 1B, Giovannini C, Cavallini RF, Ramirez DH, Grilli LF, Marano 2B, Marquez P

A differenza di gara 1, la gara serale allo Jannella, è una sfida tra i due lanciatori stranieri: da una parte l’esperto Marquez, dall’altra il giovane Licien. A sbloccare il risultato ci pensa l’Enegan al terzo inning: con Gentili in terza, è il singolo di Giovannini a portare in vantaggio il team toscano per 0-1. Vantaggio che viene incrementato l’inning successivo con i punti segnati da Marano (singolo) e De Santis (base ball), sulla valida di Sgnaolin. Mentre Marquez continua a dominare l’attacco bolognese, il team bianco rosso, nel suo settimo attacco, sigla il 4° punto con Giovannini (singolo) che viene spinto a casa dalla battuta in diamante di Marano. Al cambio campo, sul punteggio di 0-4 in favore della squadra locale, il manager maremmano decide di rimuovere dal monte Marquez (fino a quel momento autore di un perfect game) per far salire Pancellini. Sul cambio lanciatore i ragazzi di Duarte si risvegliano e rientrano in partita: infatti, con 4 valide, 3 wild pitch e 3 basi ball, segnano i 4 punti del pareggio. Con basi piene ed un solo eliminato, però il team giallo verde non riesce a segnare ulteriormente e spreca cosi la ghiotta occasione di portarsi in vantaggio. Dopo aver tenuto a zero l’attacco grossetano nella parte bassa dell’8° inning, gli A’s provano a portarsi in vantaggio ad inizio 9°, ma dopo il singolo del leadoff della ripresa, il lanciatore locale, Mega, esce dall’inning, con 3 K consecutivi. Si giunge cosi alla parte bassa del nono inning, per la OM Valpanaro il pitcher è capitan Accorsi, il leadoff Cavallini, raggiunge la prima base dopo lo strike out con un wild pitch, Attriti viene eliminato al piatto ma dopo di lui Grilli mette a segno un singolo che spinge fino in terza base Cavallini. Con corridori agli angoli ed 1 out, gli A’s concedono la base intenzionale a Lora, cosi da obbligare il gioco. Con basi piene ed un out, nel box si presenta De Santis che tenta di effettuare uno squeez play ma senza riuscirci, sacrificando cosi il corridore che invano cercava di correre verso casa base. Con 2 out e uomini in seconda e terza base, viene concessa la base intenzionale anche a De Santis, riobbligando il gioco e giocandosi Gentili. Nonostante tutti i calcoli effettuati per agevolare la terza eliminazione, la partita termina sul wild pitch che consente a Lora di segnare punto del definitivo 4-5 in favore della squadra di casa.

Partita emozionante; quando sembrava ormai decisa in favore dell’Enegan, gli A’s l’ hanno riaperta e stavano per arrivare ad un passo dal sorpasso, prima di dover però capitolare all’ultima ripresa. Per il team toscano stratosferica prova di Marquez (7 rl, 0 BV, 0 ER, 0 R, 0 BB, 15 K) che si è cosi aggiudicato la seconda vittoria stagionale; in attacco invece ottima prova di Grilli ( 2 valide su 3 turni con 2 BB ed 1 punto segnato). Per gli A’s buona prova di Giorgi (3 RL, 3 BV, 1 R, 1 ER, 1 BB, 1 K) che riscatta cosi, in parte, l’opaca prova di gara 1 e di Accorsi (1.2 RL, 1BV, 1 R, 1 ER, 4 BB, 2K ,2 WP) che nonostante non sia il suo ruolo primario, in un momento di difficoltà del proprio monte ( Silvestri out per motivi fisici e Gerbi out per impegni di lavoro), è riuscito a tener testa al un lineup di qualità come quello maremmano.

Nonostante le due sconfitte subite, il team bolognese ha dimostrato di poter giocare a viso aperto con tutti. Il manager Duarte non può che essere soddisfatto per quello mostrato dai propri giocatori allo Jannella, con la speranza di poter presto vedere sul monte giallo verde Salas (ancora ai box per problemi burocratici), Silvestri e Gerbi, reduce dall’ottimo esordio contro Anzio, che daranno solidità e profondità al bullpen bolognese. Athletics che nel prossimo turno di campionato se la vedranno con un’altra delle contendenti al titolo 2015, ovvero il Padule; sul campo del Pilastro quindi due match imperdibili: il primo con inizio alle ore 10.30 ed il secondo alle 15.30.